Calabria Donna: la speranza oltre la violenza

invitoCi sono cose che nascono perché la volontà di qualcuno ha deciso di farle nascere, altre perché c’è l’imminente bisogno di crearle, altre ancora nascono seduti su una panchina di un lungomare ascoltando la drammatica storia di una donna e della sua bambina. L’associazione Calabria Donna nasce proprio da qui, dall’ascolto di una sofferenza troppo grande e così cruda da suscitare nell’ascoltatore il dovere ed il bisogno di uscire dal proprio orticello ed iniziare un percorso attivò a sostegno delle donne che subiscono violenza non solo fisica ma anche psicologica, tema scottante questo, soprattutto negli ultimi anni, e con un numero di femminicidi ormai fuori controllo. Così Daniela Rigolino, una donna come tante ma con una sensibilità fuori dalla portata di tante sue simili, scende in campo e fonda Calabria Donna con il solo intento di ascoltare, aiutare, ed intervenire. Appare subito chiaro che da sola non può arrivare da nessuna parte, non basta una sede o un gruppo di volenterosi collaboratori, servono i professionisti, cioè quelli che oltre all’amore ci mettono anche i frutti dei loro studi e della loro capacità pratica nell’ascoltare, consigliare e risolvere le situazioni più spinose. Dietro un’apparente serenità, o il volto sorridente di una donna, spesso si nascondono realtà domestiche terribili e sconosciute proprio perché avvengono all’interno di un nucleo familiare che si è auto-emarginato e rimane in silenzio per paura della reazione di un uomo violento. Le conseguenze sono devastanti per la mente di una donna e dei suoi figli. Così Daniela ha pensato ad una Banca del tempo, cioè sottoporre il progetto ad una serie di professionisti chiedendo loro di dedicare un po’ del loro tempo all’associazione di volontariato nella sede che si trova nella parrocchia SS. Cosma e Damiano di Villa S. Giovanni nel quartiere di Acciarello. La risposta dei professionisti che sono stati contattati è stata una sorpresa, infatti Calabria Donna dispone di quattro psicologi, un pedagogista, un assistente sociale, quattro avvocati ed un medico. La prima ad essere contattata -spiega Rigolino-, è stata la dottoressa Mariagrazia Richichi, assessore alle pari opportunità e ai servizi sociali del comune di Villa San Giovanni, che ha dato fin da subito il suo sostegno consigliando e incoraggiando la preziosa iniziativa. L’obbiettivo di Calabria Donna è quello di aiutare le famiglie che vivono situazioni drammatiche di violenza da parte di uomini molto spesso pericolosi per l’incolumità della moglie e dei figli stessi, vittime innocenti di una spirale di violenza psicologica e fisica di inaudita crudeltà. Proprio per questo l’associazione offre assistenza legale in caso di denuncia ma anche una prima accoglienza a quelle donne fin troppo violate nel loro più profondo animo ed aiutarle a rialzare la testa e riprendere in mano la loro vita. Per fare tutto questo Calabria Donna cercherà di creare una rete insieme agli altri centri antiviolenza sia sul territorio regionale che nazionale. Altro obbiettivo dell’associazione è sensibilizzare le persone su questo scabroso argomento, e proprio per questo è stato organizzato un open day “PrimaVera Donna l’altro volto dell’universo femminile” che si terrà il prossimo 28 maggio presso Piazza Valsesia di Villa San Giovanni. Alla manifestazione sono invitate le autorità del Comune di Villa San Giovanni, le scuole, i servizi sociali, la varie associazioni presenti sul territorio, nonché i cittadini, le famiglie, e i  giovani. Grazie a questo progetto , l’associazione Calabria Donna, intende portare   avanti un opera di sensibilizzazione dei giovani e dei cittadini sul tema della violenza di genere .Dopo aver organizzato un concorso che coinvolgerà  le scuole superiori  e medie. il 28 maggio  in occasione dell’open day verranno esposti i lavori degli studenti che concorreranno al bando e si procederà alla premiazione dei tre lavori che una commissione reputerà migliori fra tutti.

Le scuole presenti :

Istituto comprensivo Giovanni XXIII

Istituto Alberghiero Professionale Turistico Villa San Giovanni

Istituto Istruzione Superiore “Nostro/Repaci”

 IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA PREVEDE:

Ore 16:30 apertura manifestazione

Esposizione lavori scuole e premiazione

stand espositivi per materiale informativo

PARTE 1

Ore 19:30 Premiazione degli allievi che hanno aderito al concorso per le scuole interverranno:

il Sindaco Antonio Messina con il discorso di apertura

L’assessore alla pubblica istruzione Angelina Attinà

Padre Antonio Maria Carfì

PARTE 2

Ore 20:15 convegno sulla violenza di genere con un parterre di ospiti che tratteranno i seguenti     tema:

Aspetti psicologici della violenza – Aspetti legali – La violenza di genere – Prevenzione – Post trauma

OSPITI DEL CONVEGNO:

L’avv. e giornalista Giusy Caminiti (moderatrice)

Dott.ssa Iside RUSSO, Presidente della Corte d’Appello di Salerno;

la Dott.ssa Daniela DE BLASIO, rappresentante per le pari opportunità della Provincia di Reggio Calabria;

Il dott. Eduardo Lamberti Castronuovo Assessore con delega a: Politiche e Pianificazione Culturale – Beni Culturali – Difesa della Legalità

Il dottor Giacomo Romeo pschiatra

Il dott. Antonio Alvaro ginecologo

dott.ssa Maria Grazia Richichi assessore alle pari opportunità del Comune di Villa San Giovanni,

CONCLUSIONE

Ore 22:00 gli studenti’’del Liceo Classico “Tommaso Campanella”, coadiuvati dalla docente prof. Lucrezia Laganà, metteranno in scena la drammatizzazione dell’orazione di Lisia, “Per l’uccisione di Eratostene”

TESTIMONIAL DELLA SERATA PASQUALE CAPRI’

ASSOCIAZIONI OSPITI:

C.I.F. di Villa San Giovanni

Conferenza San Vincenzo De Paoli “Rachele Cancellieri Lazzaro”

Consulta comunale giovanile

FIDAPA Villa San Giovanni

Kiwanis Fata Morgana Villa San Giovanni

La Belle Epoque di Maria Giovanna Salzone

Lions Clubs Villa San Giovanni Fata Morgana

Associazione di volontariato Luci dello Stretto

Associazione Marinai d’Italia sez. donne di Villa San Giovanni

Centro di ascolto antiviolenza Margherita

Sartoria sociale