Anacam Calabria, nella sede di Confindustria Reggio confronto sulle novità legislative per gli ascensori [FOTO]

3Ancora un appuntamento promosso nella sede di Confindustria Reggio Calabria dall’Anacam, l’associazione nazionale imprese di costruzione e manutenzione ascensori. “Con il nuovo seminario tecnico di aggiornamento sul tema della sicurezza – ha spiegato nella sua introduzione il presidente della sezione calabrese Giuseppe Febert – vogliamo fornire agli associati un’opportunità di formazione in merito al nuovo quadro legislativo e ai nuovi approcci sul tema”. Prosegue quindi a pieno ritmo l’intensa attività dell’associazione rivolta alle pmi operanti nel settore della costruzione, installazione e manutenzione degli ascensori. L’incontro, svoltosi nel salone di Via del Torrione, ha riguardato le ultime novità legislative e normative in ambito europeo e nazionale (Decreto di recepimento della Direttiva Ascensori e nuove norme Uni della famiglia Uni 104111). Dopo l’apertura dei lavori da parte di Giuseppe Febert, hanno preso la parola il responsabile della sede nazionale Anacam, Luca Incoronato, Roberto Coen di CA Broker, società che assiste i propri clienti nella scelta delle coperture assicurative idonee e adeguate alla corretta salvaguardia del patrimonio aziendale, e il presidente della Commissione Ascensori Uni Paolo Tattoli. Il primo profilo trattato da Incoronato ha riguardato la Direttiva 2014/33/Ue. Nello specifico, sono state approfondite le modifiche in arrivo con la nuova direttiva che sostituisce la 95/16/Ce. “La 2014/33/Ue è una rifusione della vecchia e arriva dopo vent’anni” ha detto il responsabile nazionale Anacam. Sono state snocciolate anche le principali novità per gli installatori tra le quali spicca l’introduzione di nuove regole e nuovi requisiti per un’effettiva tracciabilità dei componenti di sicurezza lungo tutta la catena di fornitura.

“Ciò – ha spiegato Incoronato – per consentire a5lle autorità di vigilanza del mercato di rintracciare agevolmente l’operatore che abbia messo a disposizione componenti di sicurezza non conformi e promuovere le azioni correttive necessarie”. Il discorso si è anche concentrato sugli obblighi per gli installatori, sul registro dei reclami e sulla gestione delle non conformità, fino ai nuovi istituti di richiamo e ritiro e alle eventuali sanzioni per chi viola le regole. Successivamente sono stati approfonditi il Decreto nazionale di recepimento della nuova Direttiva ascensori e le novità legate a manutenzione, patentini e verifiche periodiche. Coen, che collabora da tempo con l’associazione, ha sottolineato come sia fondamentale per gli operatori del settore avere una copertura assicurativa. “Dal 2004 al 2012 vi sono stati settecento sinistri, cioè sessanta all’anno. Sono dati significativi”. Altro profilo trattato nel salone degli Industriali ha riguardato la galassia delle nuove norme della famiglia Uni 10411. Uni 10411-3-2016, modifiche ad ascensori elettrici installati in conformità alla Direttiva 95 /16/Ce e alla Uni En 81.1; Uni 10411-4-2016, modifiche ad ascensori idraulici installati in conformità alla Direttiva 95/16/Ce e alla Uni En 81.2; progetto di norma Uni 10411 parte X, modifiche ad ascensori elettrici ed idraulici installati in conformità alla Direttiva 95/16/Ce ma non alle Uni En 81.1 e 2. Questi i temi sui quali si è concentrato Tattoli dopo aver fatto un’introduzione su quello che sta avvenendo nel settore a livello europeo. A margine del dibattito, durante il quale gli operatori del settore hanno formulato agli esperti domande inerenti le materie oggetto del seminario, Febert ha specificato che “stiamo cercando di formare e di portare informazioni, tra le quali le nuove norme e il nuovo approccio al sistema di sicurezza degli ascensori, all’attenzione di tutti gli associati, ma anche dei non associati. E’ importante coinvolgerli perché più siamo più, facendo gruppo, avremo una valenza diversa anche a livello europeo. I prossimi appuntamenti saranno a Catania e a Palermo a fine maggio. Successivamente a Roma si svolgerà l’assemblea nazionale elettiva. Mentre in Calabria il prossimo seminario tecnico sarà previsto probabilmente a luglio”.