Allerta Meteo, il ciclone “Viola” si abbatte in Calabria e Sicilia: incubo alluvione

Allerta Meteo, forte maltempo in queste ore al Sud: fenomeni estremi in Puglia, attenzione anche in Calabria e Sicilia tra stasera e domani. Tutti i dettagli

Rtavn124-1-640x453Il ciclone “Viola” che da tre giorni sta colpendo l’Italia, in queste ore si sta concentrando nelle Regioni del Sud: la tempesta ha un occhio del ciclone profondo 1006hPa sul mar Jonio, da dove nelle prossime ore si allontanerà verso la Grecia e i Balcani. Proprio a causa del suo arrivo nelle Regioni meridionali, le condizioni meteorologiche stanno peggiorando sensibilmente soprattutto nelle aree centro/meridionali della Puglia, tra le Murge e il Salento, nella zona più colpita da quest’ondata di maltempo. La protezione civile ieri ha lanciato la criticità “rossa”, il massimo livello di allerta, proprio per la Puglia centro/meridionale. Oltre al maltempo, anche freddo invernale con temperature in picchiata.

Proprio in Puglia sono in atto forti piogge: finEUMETSAT_MSG_RGB-12-12-9i-segment14-2-300x194o al momento i dati pluviometrici più significativi sono 41mm a Latiano, 23mm a Brindisi, 21mm a Manduria, 18mm a Ceglie Messapica, 14mm a Martina Franca, 13mm a Cisternino, 12mm a Fasano, 11mm a Locorotondo, 10mm a Noci, 8mm a Taranto. Nelle prossime ore il maltempo si intensificherà ulteriormente con forti temporali nel pomeriggio proprio tra Murge e Salento, dove si verificheranno piogge torrenziali.

Il maltempo sta interessando anche molCNMC_LAM_201605020915_ITALIA_IRLI@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@-300x225te altre aree del Paese, soprattutto al Centro/Sud con piogge sparse tra Abruzzo, Molise, zone interne della Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, dove si stanno verificando anche dei temporali nelle zone centro/occidentali dell’isola, in estensione nelle prossime ore anche a quelle orientali soprattutto nel messinese. Maltempo anche al Centro/Nord, dove però le temperature sono già in rialzo rispetto a ieri.

Al momento – infatti – la località più caldaimages-3-300x218 d’Italia è Scopa, sulle colline di Vercelli a 600 metri di altitudine, con +20°C, seguita da Domodossola a+19°C, Torino, Trento, Trieste, Gorizia, Monfalcone e Aosta a +18°C, Sondrio a +17°C. Fa molto più freddo al Sud, e soprattutto in Puglia e Basilicata a causa del maltempo. In pieno giorno, infatti, abbiamo temperature tipicamente invernali con appena +13°C a Bari, +12°C a Taranto, Lecce e Brindisi, +11°C a Fasano, Monopoli, Acquaviva delle Fonti e Crispiano, +10°C a Martina Franca, Locorotondo e Alberobello, +9°C a Putignano, Cisternino e Ceglie Messapica, +8°C a Noci.

Ma in tutto il Mezzogiorno sono ore di freddo invtemperature-massime-oggi-300x296ernale, soprattutto nelle zone interne. In Basilicata, Potenza è ferma a +7°C dopo una minima di +3°C. In Calabria, Cosenza è ferma a +11°C dopo una minima di +9°C. Nel Molise, Campobasso è ferma a +11°C dopo una minima di +4°C. Freddo anche a Napoli con +13°C e soprattutto in Sicilia con addirittura appena +10°C a Palermo, dove piove e tira un forte vento di maestrale con raffiche fino a60km/h come nei giorni più freddi dell’inverno. Freddo anche ad Agrigento con +10°C e temporale in atto. Dopotutto nelle scorse ore è arrivata la neve sull’Etna, e nel pomeriggio in Sicilia nevicherà fino ai 1.500 metri di altitudine.

Infatti quest’ondata di maltempo non s’è ancopiogge-domani-mattina-300x296ra conclusa, anzi. Oggi avremo i fenomeni più intensi tra Puglia e Basilicata, domani in Calabria e Sicilia. Le ultime mappe per la prossima notte e la mattinata di domani, martedì 3 maggio, sono molto pericolose per il basso Tirreno, tra Calabria e Sicilia e in modo particolare per le province di Messina e Reggio Calabria dove si potrebbero verificare piogge alluvionali con accumuli di oltre 100mm e conseguenti fenomeni di dissesto idrogeologico (frane, smottamenti, inondazioni). Attenzione anche lungo la dorsale Appenninica, tra Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Basilicata.

Oltre alle forti piogge, avremo anche intensi venti venti-domani-mattina-ore-08-298x300di maestrale con raffiche fino a 100km/h soprattutto tra Calabria e Sicilia. Mar Tirreno in tempesta con forti mareggiate sulle coste esposte specie intorno alle isole Eolie, nella Calabria meridionale e intorno alla Sicilia, oltre che a Malta e nel Canale di Sicilia. Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: