Aeroporto dello Stretto, i consiglieri comunali di Forza Italia: “Renzi agisca velocemente”

aeroporto dello stretto“Le affermazioni di Renzi dimostrano il disconoscimento totale della realtà reggina. Sabato mattina è andata in scena l’ennesima passerella fugace, in spregio a quelli che sono i reali problemi che quotidianamente affrontano i reggini e la Città. Abbiamo ripetuto più volte che non è sufficiente il mero nome di Città Metropolitana per far rifiorire un terra martorizzata da chi, come il Presidente del Consiglio, sminuisce i problemi della città affermando, mediante social network, che “la questione dell’aeroporto di Reggio Calabria l’ho segnalata al ministro Delrio il 30 aprile”, scrivono in una nota i consiglieri comunali di Forza Italia Maiolino, Matalone, Caracciolo, D’Ascoli, Dattola, Pizzimenti. “La domanda sorge spontanea- proseguono: e tutti gli appelli fatti dai lavoratori e dai politici calabresi che da più di un anno cercano di mettere in luce le evidenti problematiche di un aeroporto a cosa sono servite? Forse il Presidente, ignaro della collocazione geografica di una città affascinante come Reggio Calabria, ma piena di difficoltà, non sapeva ancora dell’esistenza dell’aeroporto? O forse nei tanti viaggi del Sindaco a Roma non c’è mai stata occasione di parlare del rischio di chiusura aeroporto? Il Ministro Delrio è stato già diverse volte invocato, anche dalla compagine politica di centrosinistra, affinché intervenisse in modo appropriato e strutturale per salvare un aeroporto, la cui chiusura determinerebbe una vera e propria catastrofe in termini di occupazione, trasporti, turismo, economia, solo per fare taluni esempi. Noi chiediamo i fatti, non i tweet, o peggio ancora le segnalazioni, magari via whatsapp. Noi chiediamo che Reggio Calabria, cuore del Mediterraneo, non sia mercificata per qualche selfie, che non fotografa certamente la realtà dei lavoratori che protestano, dei servizi che mancano, delle tasse insostenibili. Invitiamo il presidente Renzi ad agire concretamente e in breve tempo, con un piano strutturale teso a valorizzare l’aeroporto “Tito Minniti”. Reggio non può più attendere”, conclude.