A Messina serata di beneficenza #cuoredimamma

La serata, nata da un’idea della presidentessa del Cam Francesca Barbera e presentata da Lilly La Fauci e Francesca Stornante, è stata dedicata alla figura della madre, con la sua forza e le sue difficoltà, ed ha avuto l’obiettivo di sostenere la casa famiglia “La glicine” del CIRS onlus di Messina sensibilizzando l’opinione pubblica sui bisogni e sulle principali esigenze degli ospiti presenti

Foto 1 (20)Musica, cinema, teatro, danza, moda e soprattutto solidarietà. È stato ricco e variegato il programma dello spettacolo di beneficenza #cuoredimamma, organizzato dal Centro artistico del Mediterraneo, che si è tenuto venerdì sera nell’incantevole location del Monte di Pietà. La serata, nata da un’idea della presidentessa del Cam Francesca Barbera e presentata da Lilly La Fauci e Francesca Stornante, è stata dedicata alla figura della madre, con la sua forza e le sue difficoltà, ed ha avuto l’obiettivo di sostenere la casa famiglia “La glicine” del CIRS onlus di Messina sensibilizzando l’opinione pubblica sui bisogni e sulle principali esigenze degli ospiti presenti. Sul palco si sono alternati una lunga serie di emozionanti momenti artistici e culturali ideati e messi in scena dalla produzione dell’evento a cura del team organizzativo composto da: Salvatore Arimatea, Grace’s Events, Katia Maiorana, Paola Costa, Emanuela Sapienza, Denis Pergolizzi, Sergio Colajanni, Pina Buffo e Piero Marzo. Particolarmente coinvolgenti le esibizioni della giovanissima attrice siciliana Carola Colajanni, di appena undici anni, che ha dedicato alla madre uno struggente e accorato monologo su delicate ed oniriche coreografie di danza a cura di Denis Pergolizzi. Spettacolo nello spettacolo sulle note del chitarrista messinese Gianluca Rando che, con le coreografie di Claudia Bertuccelli, ha accompagnato, per la prima volta insieme, le tre cantanti della nostra terra Carla Andaloro, Pamela Catanzaro e Aurora Caputo. Tra i momenti clou dell’evento, la sfilata di moda curata da Grace’s Events, nell’ambito della quale modelle d’eccezione sono state una cinquantina di donne/mamme messinesi che si sono messe in gioco affiancate dalle proprie figlie. Tra loro, alcune donne in abiti premaman. Di rilievo i momenti dedicati al cinema, con la proiezione di “Buonanotte Fiorellino”, il cortometraggio diretto da Salvatore Arimatea, vincitore di numerosi festival, che affronta, al contempo, il tema della maternità e della diversità e a cui hanno preso parte alcuni tra i più famosi attori siciliani: Tano Cimarosa, Tony Sperandeo, Mario Opinato, Gilberto Idonea, Loredana Cannata, Francesca Ferro e Elisa Franco. Filo conduttore dell’evento è stato il pensiero di Madre Teresa di Calcutta che racchiude l’essenza dell’amore materno:Due cose al mondo non ti abbandonano mai, l’occhio di Dio che sempre ti vede e il cuore della mamma che sempre ti segue. Non importa quanto si dà, ma quanto amore si mette nel dare”. Alla manifestazione, inoltre, è stato collegato un concorso fotografico sul tema “La Mamma”, svoltosi su Facebook, che ha avuto numerose adesioni. Intento del CAM, come hanno sottolineato gli organizzatori, è quello di creare sul territorio una catena di collaborazione tra varie associazioni umanitarie che, con l’aiuto di aziende ed imprenditori locali, possa porsi come punto di riferimento per le fasce di popolazione bisognose. All’iniziativa hanno aderito le associazioni: Casa famiglia “La glicine” del CIRS onlus di Messina; A.M.A. Onlus; Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus; L’Aquilone onlus; Hermes di Milazzo; Amici del Cuore onlus; Associazione Mogli Medici Italiani; Croce Rossa Italiana; Movimento spontaneo servizi sociali; U.N.A.C.; AIDO di Milazzo e Fondazione Crimi. Inoltre, ad “#DIMAMMA” hanno aderito gli Istituti scolastici: I.C. Manzoni; Dina e Clarenza; Istituto Superiore “G. Minutoli” e l’Istituto tecnico economico statale”Jaci”.