Violenza sessuale, concussione e violenza privata: 49enne in arresto nel reggino

49enne condofurese accusato di tentata violenza sessuale, tentata concussione e violenza privata nei confronti di giovani ospiti del progetto S.P.R.A.R.

CarabinieriDalle prime ore di questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Melito Porto Salvo (RC) su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria hanno posto agli arresti domiciliari un  49enne condofurese, operatore per conto di una cooperativa locale di un progetto S.P.R.A.R., gravemente indiziato per i reati di tentata violenza sessuale, tentata concussione e violenza privata nei confronti di alcune giovani ospiti del citato progetto.

Le indagini, condotte dalla Stazione Carabinieri di Condofuri (RC) hanno preso l’avvio con la denuncia delle giovani vittime e riguarderebbero fatti verificatisi già a partire dagli scorsi mesi di febbraio e marzo.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati dal Procuratore della Repubblica Aggiunto nel corso di una conferenza stampa che si terrà questa mattina presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria.