Un reggino scrive a Falcomatà: “sono sempre stato uno uomo di Sinistra ma…”

Sindaco Falcomatà“Gentilissimo Sig. Sindaco Sono un cittadino di questa Città che come altri, oggi, Le sta scrivendo perchè purtroppo, Lei non dà mai risposta alcuna. Premetto che, sono sempre stato uno uomo di Sinistra e ne vado fiero, ma, oggi sono talmente arrabbiato che, voglio mettere da parte i paroloni e scriverLe semplicemente e, che forse, penso più efficaci. Sono molto arrabbiato perchè, ieri ho avuto l’ennesima risposta deludente da parte della Sua amministrazione, molto carente. Sono molto arrabbiato perchè, ieri, andando al pronto soccorso con un edema all’ugola, ho spaccato un copertone e ho dovuto fare gli utimi cento metri a piedi e “respirando” non sò neanchio come, e come ci sono arrivato.
So perfettamente che, da come dice Lei le casse del Comune sono vuote e che la colpa è della vecchia amministrazione, però, non possiamo dire che questa sia migliore dell’altra, fatto è che, Reggio Calabria è tra le prime in Italia come, Disoccupazione, Tasse altissime Tari, Tasi, “quasi” inesistenti, però, c’è un Signor Sindaco che si vanta di questa Città, io penso ci sia poco esserne fieri, questa Caro Sig. Sindaco non è una Città, è un “paesazzo”, come dicevano una volta gli antichi, Lei, pensa veramente di fare cassa con il turismo?, che ci viene a fare un turista? a veder che cosa?, due bronzetti al museo o che cosa?, non abbiamo strutture per così dire che possano attrarre, al di fuori di qualche Via Marina portata a livelli di cui oggi possiamo essere fieri e vantarci per la sua bellezza, una delle migliori d’Italia, creata da un (Caro Amico) qualche anno fa, ma non penso che questo basti. Ci pensi bene Sig. Sindaco, Guardi un po in giro per la città, sta diventando sempre più fatiscente, tanto che, andando avanti così tra non molto dobbiamo andare in giro con carrettini come i poveri migranti, questo perchè appunto questa Amministrazione mi sà che è tutta da cambiare, per non sentirsi più dire da assessori, capi uffici e direttori di servizi, la famosa frase, diventata ormai giornaliera, (si rivolga al Sig. Sindaco).
Apra gli occhi Dott. Falcomatà, Lei è una persona veramente squisita e molto intelligente, però quanto sopra detto, fà molto riflettere, perchè non è solo una mia considerazione ma di tutti i suoi cittadini. Le porgo i migliori auguri, che in questo momento penso Lei ne abbia molto bisogno. La saluto sinceramente e vivamente”.

Vincenzo Minasi, un reggino