Strage di Bruxelles, Abrini riconosciuto da software Fbi

Il suo volto è stato visualizzato grazie ad un software di riconoscimento facciale fornito dall’Fbi, che da qualche settimana partecipa all’inchiesta dopo che il Belgio ha accettato l’aiuto degli americani

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il terzo uomo del commando della strage di Bruxelles, Mohamed Abrini, è stato riconosciuto grazie all’aiuto dell’Fbi. Lo riporta oggi L’Echo. Il suo volto è stato visualizzato grazie ad un software di riconoscimento facciale fornito dall’Fbi, che da qualche settimana partecipa all’inchiesta dopo che il Belgio ha accettato l’aiuto degli americani.