Serie D, Vibonese-Reggina 1-1: adesso per gli amaranto speranze playoff ridotte al lumicino

Serie D: la Reggina pareggia a Vibo Valentia: squadra senza gioco ed idee, per  l’ultimo posto dei play off è lotta a tre (in ballo Aversa e Due Torri)

Vibonese-Reggina (3)Una Reggina deludente pareggia a Vibo Valentia nel recupero della 29ª giornata di Serie D sospesa lo scorso 28 febbraio a causa del vento forte. La squadra di Ciccio Cozza, con al seguito circa 300 tifosi, riduce le speranze per arrivare al 4° posto,  la Vibonese sembra adesso inarrivabile con due punti di vantaggio e una gara in meno rispetto agli amaranto, è lanciatissima verso i play off e sogna il ripescaggio in Lega Pro. alla Reggina, dopo la vittoria all’ultimo secondo di Palmi, resta a giocarsi il 5° posto, l’ultimo utile per i playoff, con Aversa Normanna (che è a -4) e Due Torri (che è a -7), ma la squadra del presidente Praticò ha una partita in più rispetto ad entrambe, quindi il pericolo di venire sopravanzati esiste ed è reale (all’ultima giornata c’è lo scontro da cardiopalma con la Due Torri). Adesso rimangono solo 4 partite prima della fine della stagione (ma per le altre sono cinque).

LA PARTITA - Sin dalle prime battute della gara la squadra amaranto sembra in difficoltà, stanca e confusionaria. Tanti sono stati gli svarioni difensivi degli amaranto, a cui la Vibonese ha risposto al 14′ con il goal di Allegretti. La prima occasione della Reggina è al 26′ con De Marco ma il portiere Parisi sventa la minaccia. La squadra di Vibo controlla tranquillamente la partita ed attacca con grinta: due occasioni per Saraniti. La Reggina non riesce a rendersi pericolosa (Tiboni in ombra). Il primo tempo si conclude con la supremazia della Vibonese.

La ripresa si apre con un doppio cambio per la RegginVibonese-Reggina (2)a: entrano Bramucci e Zampaglione al posto di De Marco ed Oggiano. Parte meglio la squadra amaranto in questo secondo tempo: finalmente più volenterosa e concentrata. Al 21′ goal annullato alla Vibonese con il solito Allegretti: il gioco era stato fermato per off-side.  La Reggina si trasforma e nel giro di due minuti centra un palo e pareggia con il solito ottimo Maesano al 26′. Guai per la squadra di Cozza che resta in 10 uomini nel finale: espulso Corso. Seppur in inferiorità numerica la Reggina spinge. Clamoroso salvataggio sulla linea di Forgione: la Vibonese sfiora il nuovo vantaggio. Nei 4 minuti di recupero succede poco o nulla e il risultato non si schioda dal pari.