Sequestro di beni nel reggino

Carabinieri _ 123Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Antifrode, a conclusione dell’attività investigativa sugli illeciti percepimenti di erogazioni comunitarie, in esecuzione all’ordine emesso dal G.I.P. del tribunale di Palmi, hanno sottoposto a sequestro preventivo conti correnti, depositi, titoli, beni immobili siti in Polistena e Cinquefrondi (RC) per un valore complessivo di circa € 265.000 nonché n. 12 titoli ag.e.a del valore di circa € 23.000, in capo agli indagati C.L., di anni 77 da Polistena, e P.R., di anni 54 da Cinquefrondi, responsabili, in concorso tra loro, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, poiché responsabili di aver presentato nel quadriennio 1999/2002, ad ag.e.a. (agenzia per le erogazioni in agricoltura), domande uniche di pagamento su superfici in realtà condotte da altra persona ed abbinando tali terreni a titoli ag.e.a ottenuti fraudolentemente attraverso una fittizia ed inesistente produzione di olio dichiarata nel periodo di riferimento.