Sbarco Reggio Calabria: nuove attività per l’identificazione dei migranti, caos in Questura [FOTO]

Reggio Calabria: i migranti vengono trasferiti in Questura dal porto a gruppi di 50 alla volta

polizia (2)Lunghissimo lo sbarco di oggi a Reggio Calabria: per la prima volta si mettono in atto le procedure indicate dall’Europa per innalzare il livello di attenzione sul rischio terrorismo. I migranti arrivati in città vengono trasferiti in Questura a gruppi di 50 per l’identificazione, la foto segnaletica e le impronte digitali che verranno inviate telematicamente al Ministero. La strada dietro la Questura è stata bloccata al traffico e intorno al centro di coordinamento nevralgico si è creato il caos. Le procedure dureranno probabilmente tutta la notte, con diverse criticità anche per i poliziotti della Questura che stanno lavorando senza sosta da oltre 12 ore e dovranno continuare ancora a lungo per dare assistenza agli immigrati in condizioni difficili, senza servizi preposti all’occasione, ma a questo punto un po’ di assistenza servirebbe anche a loro. Dopotutto è soltanto la prima volta che viene applicata la nuova procedura quindi tutti operano con l’augurio che dal prossimo sbarco il sistema possa essere più rodato.