Sanità in Calabria, Orsomarso: “il dibattito non ha prodotto un’azione utile”

sanità“Il dibattito di ieri sulla sanita non ha prodotto un’azione finalizzata a interpretare i bisogni della popolazione calabrese e degli operatori sanitari. Avevamo offerto tutta la nostra collaborazione alla maggioranza per produrre un documento che andasse oltre le polemiche con i commissari ministeriali. Purtroppo e’ prevalsa la volonta’ di continuare uno scontro che nasconde beghe interne al Partito Democratico. La Calabria ha dovuto affrontare un lungo periodo di sacrifici per l’inopinata gestione del decennio precedente, che aveva portato il deficit a 1,8 mld di euro. Non bisogna dimenticarlo, ne’ dimenticare che in quel decennio il centrosinistra commise un errore esiziale, arrivando addirittura ad abolire il ticket in virtu di una contabilita “orale” che nascondeva la reale situazione finanziaria”, scrive in una nota il consigliere regionale Fausto Orsomarso. “Non vi e’ stata traccia – prosegue- di questi fatti nelle analisi della maggioranza, nemmeno un riferimento alle condizioni dei nosocomi. I grandi hub sono depotenziati, con il 42% dei fondi destinati agli investimenti non spesi. Gli ospedali di frontiera rimangono abbandonati, nonostante sentenze esecutive del Consiglio di Stato.Tutte cose tangibili, cui il presidente Oliverio risponde con il candore di chi non amministra. Come forze di opposizione abbiamo una cultura di Governo su temi cosi delicati, ma non siamo disposti a mettere in secondo piano le esigenze di salute dei cittadini in favore di beghe che sono solo il riverbero di tensioni tra esponenti del Pd. Non possiamo, infine, far passare in secondo piano la vicenda del dott. Mario Campanella che e’ arrivato a minacciare lo sciopero della fame per rivendicare un diritto sancito da sentenze civili e altri atti. Non e’ pensabile che la politica si disimpegni rispetto a diritti inalienabili”, conclude