Reggio Calabria: proseguono i controlli della Polizia di Stato a Gallico, Catona ed a piazza Garibaldi [VIDEO]

Maxi controlli della Polizia di Stato a Gallico, Catona ed a piazza Garibaldi

PoliziaIeri sera, nell’ambito dei servizi interforze predisposti dal piano nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, più di 80 uomini della Polizia di Stato, secondo i dettami di un piano operativo ormai collaudato, hanno effettuato numerosi controlli e perquisizioni nei confronti di soggetti ritenuti inseriti in alcune delle più agguerrite cosche di ‘ndrangheta. Le aree di intervento sono state individuate nella periferia Nord della città, ossia i quartieri ad alta densità abitativa di Gallico e Catona. Identica attenzione è stata nuovamente rivolta anche alla centralissima Piazza “Garibaldi”, ove sono stati sottoposti a controllo numerosi frequentatori abituali della zona. Tecnicamente le attività hanno visto la sinergia operativa delle donne e degli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, degli specialisti cinofili, con il consueto ausilio tecnico di personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica. Questo ennesimo blitz, indice della strategia operativa delle Forze di Polizia elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, mira al progressivo indebolimento dei sodalizi mafiosi tramite l’aggressione ai loro patrimoni economici nonché tramite numerosi e capillari controlli e perquisizioni a persone riconducibili alle consorterie criminali locali. Peraltro, l’attenta analisi dei dati, frutto dell’attività di controllo, consente di perfezionare giorno per giorno il dispositivo di sicurezza, attagliandolo al territorio. Così, ieri sera la Polizia di Stato ha proceduto al controllo di 179 persone e 103 veicoli. Ha, altresì, effettuato 16 posti di controllo, elevato 3 contravvenzioni al Codice della Strada ed operati 1 sequestro amministrativo di un’autovettura ed 1 ritiro di Carta di circolazione. Il dispositivo di sicurezza, messo in campo dal Questore della Provincia di Reggio Calabria Raffaele Grassi, proseguirà, senza sosta, nei prossimi giorni in altre aree cittadine ritenute ad alta densità mafiosa.