Reggio Calabria, proclamato lo stato di agitazione degli infermieri del “Bianchi-Melacrino-Morelli”

infermiereOggi 08/04/2016, durante l’assemblea della UIL FPL, svoltasi presso l’aula Spinelli dell’azienda Ospedaliera “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria, un nutrito gruppo di infermieri precari, seguito da un altrettanto folto gruppo di infermieri di ruolo, proclama lo stato d’agitazione, di tale stato è giusto siano avvertiti sia i mass-media, che la cittadinanza tutta, in quanto il personale precario del comparto, svolge un ruolo di fondamentale importanza all’ interno del presidio ospedaliero; questo stato di agitazione è dovuto all’annosa situazione in cui versano i precari, stanchi ormai delle false promesse della politica, dello scarica barile da parte delle istituzioni, delle guerre tra il Commissario Scura ed il Governatore Oliviero, del totale disinteresse della Direzione ospedaliera. L’insensibilità del Direttore Generale e della sua equipe è ravvisabile con l’uscita dell’ultima delibera (la 314) che ha l’intento di stabilizzare solo 25 unità, a dispetto dei più di 40 precari presenti in azienda, nonostante le norme regionali diano l’opportunità di stabilizzare un numero maggiore di precari (vedi DCA 110). Lo stato di agitazione della UIL FPL si prolungherà fino a quando non si troverà una soluzione idonea che porti alla stabilizzazione di tutti i precari.