Reggio Calabria, presentato il progetto “un mitico Aspromonte”

Aspromonte (3)Un incontro entusiasmante e di grande valenza culturale si è svolto mercoledì 6 Aprile 2016 presso il Teatro “Visalli” dell’Istituto Comprensivo S. Eufemia d’Aspromonte – Sinopoli – Melicuccà.  Nella bella sala, nella quale spiccavano i labari di diverse Sezioni Comunali dell’AVIS, gli studenti del l’indirizzo musicale hanno eseguito l’inno nazionale. Dopo aver apprezzato la bravura dei giovani musicisti, il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Maria Daniela Musarella ha avviato l’incontro salutando i numerosi e graditi ospiti e, in particolare, il Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte Prof. Giuseppe Bombino, i Dirigenti Scolastici Prof.ssa Graziella Ramondino, Prof. Giuseppe Gelardi, i rappresentanti dell’AVIS Provinciale di RC, Dott. Antonino Posterino Presidente e l’Avv. Diego Geria, Responsabile Prov.le AVIS Scuola, i Sindaci di S. Eufemia d’Aspromonte, Sinopoli, Melicuccà ed i Presidenti delle diverse Sezioni Comunali dell’AVIS. La Dirigente Musarella, preliminarmente ha ringraziato l’AVIS per la splendida collaborazione prestata per l’organizzazione dell’incontro precisando che l’intento era quello, nell’ambito del progetto “MITICO ASPROMONTE”, di vivere un momento lieto di “Musica, storia e solidarietà”. La Dirigente ha inoltre evidenziato che la Scuola opera su un vasto territorio che vanta una lunga e gloriosa storia che racchiude tanti nobili valori di una terra meravigliosa, ma spesso ingiustamente denigrata ed offesa. Perciò il fine dell’incontro è quello di offrire un momento di riflessione sui nostri valori e sulla nostra storia locale completamente ignorata dai testi ufficiali, ma di fondamentale importanza per la formazione dei giovani studenti. E’ quindi intervenuto il Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte Prof. Giuseppe Bombino che ha ringraziato l’Istituto Comprensivo Sant’Eufemia- Sinopoli- Melicuccà e l’AVIS Provinciale di Reggio Calabria per la proficua collaborazione prestata al Parco nella realizzazione del progetto “MITICO ASPROMONTE”. Il Presidente Bombino ha poi ribadito l’impegno del suo Ente nell’ambito scolastico poiché l’amore per la natura e l’impegno per la salvaguardia dell’ambiente devono essere recepiti dai giovani studenti nell’ambito del loro percorso formativo. In tal modo si può divulgare e trasmettere la nostra cultura, la nostra storia e mantenere vivo l’attaccamento per la nostra terra. La collaborazione con la scuola e con l’AVIS è di fondamentale importanza per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio sul quale la solidarietà è sempre stata un valore di grande importanza.

La parola è quindi passata al PresidenteAspromonte (1) dell’AVIS Prov.le, Dott. Posterino che, dopo aver ringraziato la Preside per la sensibilità e l’amicizia dimostrata nei confronti dell’Associazione, ha ricordato quanto sia importante oggi l’impegno dei volontari AVIS ed ha poi evidenziato che la donazione del sangue è un gesto nobilissimo e di grandissima solidarietà. Quindi ha illustrato i requisiti necessari per poter essere donatori di sangue. I Dirigenti Scolastici Ramondino e Gelardi, ed i sindaci, dopo aver rivolto un cordiale saluto hanno evidenziato l’importanza dell’incontro, non soltanto per gli studenti, ma anche per i tanti adulti presenti nel teatro. Subito dopo, i bravi musicisti dell’Istituto hanno eseguito un bel brano musicale che ha suscitato grandissima emozione in tutti gli spettatori. Dopo il brano musicale, il Prof. Diego Geria, ha relazionato: “MITICO ASPROMONTE”, precisando che la sua intenzione era quella di evidenziare esclusivamente alcuni aspetti “positivi” della nostra storia. Ha spiegato che la parola Aspromonte non ha un significato negativo poichè deriva dal greco Aspros che significa “bianco”, probabilmente per ricordare il candore della neve, la lucentezza delle rocce e dei ruscelli. Con l’ausilio di alcune interessanti slide Geria ha rievocato: i miti, le leggende, gli alberi sacri agli dei, la Sibilla di Montalto, la Canzone d’Aspomonte con Carlo Magno ed Orlando e la battaglia dello Zilastro nell’ultimo conflitto mondiale. La relazione si è conclusa riassumendo brevemente la storia dell’AVIS, non soltanto a livello nazionale, ma soprattutto a livello locale ricordando anche la Contessa Evelina Plutino Giuffrè ed il Prof. Domenico Comi. Il Prof. Geria ha quindi ricordato che oggi l’AVIS è la più importante Associazione di donatori di sangue con oltre due milioni di soci donatori e che sul territorio provinciale operano ben 43 sezioni comunali. A questo punto i bravi ragazzi dell’indirizzo musicale hanno fornito un ulteriore saggio della loro bravura. Subito dopo la Dirigente Musarella, ha ringraziato tutti i presenti per aver accettato l’invito della scuola a partecipare ad un incontro che voleva fornire spunti di riflessione sulla nostra storia e sulla nostra amata terra.