Reggio Calabria, Pizzimenti chiede un nuovo “Piano parcheggi” per una città più “Smart”

parcheggi“L’imminente avvento della Città Metropolitana di Reggio Calabria richiede una visione prospettica ed una pianificazione d’insieme del contesto urbano declinato sulla base di scelte oculate e sostenibili”. E’ quanto afferma il Presidente della Commissione Controllo e Garanzia del Comune di Reggio Calabria, Antonio Pizzimenti, secondo il quale “Serve una seria azione di governo cittadino che sia in grado di attuare una rigenerazione urbana in grado di creare reti di comunicazione capaci di aumentare la connettività del territorio, accrescendone i servizi e, per questa via, la qualità della vita dei cittadini”.

Tutto questo – prosegue l’esponente di Forza Italia – richiede un ripensamento complessivo della città con un approccio scientifico e sistematico che possa avvalersi del prezioso contributo di urbanisti, studiosi, ingegneri, informatici ed esponenti del mondo accademico”.

Muovendo da questa necessaria premessa – secondo Antonio Pizzimentivanno assolutamente banditi interventi estemporanei e disgiunti che non siano incastonati in una visione d’insieme. Tali considerazioni – prosegue il consigliere comunale di Centrodestra – sono valide anche rispetto alle scelte di organizzazione territoriale e alle opere di urbanizzazione primaria”.

Uno dei nodi strategici nella logica della ‘Smart City’, è quello di investire in innovazione, sviluppo e infrastrutture. Tra queste ultime non può prescindere la creazione di un ‘Piano parcheggi’ che deve essere pensato e concepito al servizio dell’intera Città di Reggio Calabria.  Un sistema ‘intelligente’, dunque, che individui – sulla base di studi e di ‘best practice’ – i punti nevralgici del tessuto urbano, realizzando idonee aree di parcheggio, considerando l’estensione geografica del territorio. Tali infrastrutture –  evidenzia il consigliere comunale – dovranno essere adeguatamente collegate con le stazioni ferroviarie e sarà necessario riconsiderare il servizio della metropolitana di superficie, incrementando anche l’offerta di mobilità su gomma”.

“Grazie a tali azioni programmatiche ed attuative sarebbero – secondo Pizzimenti -positive le conseguenti ripercussioni in termini di decongestione del traffico e di più agevole percorribilità del centro urbano. Un efficiente sistema di servizi di comunicazione e di trasporto contribuirebbe poi a rendere più produttive le attività delle imprese. E’ dunque dallo sviluppo di un valido sistema di servizi di collegamento, contestualizzato nell’ambito della Città Metropolitana, che può giungere un fondamentale impulso per un terziario più attivo nonché per un contesto più favorevole allo sviluppo di imprese agricole, artigianali, turistiche e industriali”.

“Elevare Reggio Calabria al rango di Città Metropolitana ed urbanizzata – precisa l’esponente politico – significa promuovere una nuova architettura responsabilmente ispirata a principi di crescita e valorizzazione del territorio nel rispetto dell’omogeneità geografica e delle affinità socio-culturali,  salvaguardando le identità patrimoniali, culturali, artistiche e paesaggistiche in un contesto d’insieme”.

“Serve pertanto una visione innovativa della città fondata su scenari sostenibili. La nuova geografia istituzionale richiederà in tal senso un ripensamento della geografia territoriale foriera di una maggiore integrazione e coesione. Nell’ambito di tale nuova geografia territoriale dovrà essere anche inserita una equa distribuzione nel centro storico cittadino delle strisce bianche dei parcheggi gratuiti. Per realizzare tutto questo è imprescindibile partire dalle gravi criticità che frenano lo sviluppo del territorio, delle economie e dell’offerta dei servizi, conclude Antonio Pizzimenti, promuovendo una nuova progettualità capace di innescare necessarie opportunità di crescita”.