Reggio Calabria, Palazzo San Giorgio non paga gli stipendi. I dipendenti chiedono un incontro al Sindaco

Caos a Reggio Calabria, Palazzo San Giorgio non paga gli stipendi ai dipendenti comunali

FirmaSindacoFalcomatà“Il Signor Sindaco continua, purtroppo, a rimanere in silenzio riguardo ai problemi che l’Amministrazione comunale, da lui guidata, sta creando ai dipendenti comunali e alle loro famiglie. In un intervista riportata ieri in un quotidiano on-line, a margine del Consiglio comunale, si è limitato a dichiarare soltanto che il caso non esiste. Sicuramente non esisterà per lui che avrà di certo le tasche piene. Ma, ancora ad oggi, i dipendenti e le loro famiglie sono costrette a vivere la triste realtà di trovarsi senza stipendio e con tutte le ovvie conseguenze e le difficoltà da affrontare. Anzi, la sua superficiale uscita con la quale dichiara che il problema per lui non esiste, dimostra davvero un insensibilità che lascia sconcertati migliaia di persone direttamente interessate. Il Sindaco si permette di dichiarare, inoltre, una falsità clamorosa, quando dice che il dialogo con la stragrande maggioranza dei dipendenti comunali c’è e non va intaccato”, scrivono in una nota i dipendenti comunali. “Questa infelice dichiarazione del Sindaco – prosegue la nota- ci fa pensare che il primo cittadino non ha più il polso preciso della situazione, quantomeno nel rapporto con i propri dipendenti. Ci risulta che le nostre rappresentanze sindacali, anche le più rappresentative, in due anni di sindacatura, non sono mai riuscite ad essere ricevute dal Sindaco, anche solo per un sereno confronto sulle questioni che riguardano i lavoratori dell’Ente, nonostante le loro numerose richieste d’incontro avanzate. A questo punto auspichiamo e chiediamo noi dipendenti al Signor Sindaco di incontrare ufficialmente le nostre rappresentanze sindacali. Ritornando però alla nostra triste realtà, questi sono i fatti e nessuno dei responsabili che li ha determinati sa metterci la faccia per gli opportuni necessari chiarimenti. Il Sindaco, in questo momenti, forse è più attento e concentrato alla passerella di domani per ricevere il Presidente del Consiglio Renzi, trascurando i reali problemi che vivono quotidianamente i lavoratori dell’Ente. Non è escluso che domani, all’incontro con Renzi, qualche rappresentanza disperata di lavoratori potrebbe, con la loro presenza, chiedere conto civilmente al Sindaco di riferire con chiarezza i motivi per cui, ad oggi, l’erogazione degli stipendi ai dipendenti del Comune non è ancora avvenuta”, conclude.