Reggio Calabria, Mala Sanitas: punto d’incontro per tutte le donne vittime di soprusi ai Riuniti

LaPresse/ Adriana Sapone

LaPresse/ Adriana Sapone

Il Cuore di Medea, associazione da sempre incentrata sulla figura della donna, e l’Auser, associazione di volontariato vicina ai bisogni delle persone, a seguito della vicenda che ha visto coinvolta la sanità reggina, operazione “mala sanità”, si rivolgono alle donne e a tutti coloro che, vittime incolpevoli di questi abusi e comportamenti criminosi, sono alla ricerca di una giusta tutela che li possa far sentire protetti e nello stesso tempo permetta loro di uscire da quel limbo di anonimato che per troppo tempo ha fatto da sudario ad una sanità malata e corrotta. Le associazioni, difatti, invitano tutte queste vittime a recarsi presso la propria sede sita in via Vittorio Veneto 51, o a contattarle anche attraverso il numero 342 6237836, al fine di narrare la propria storia dinnanzi ad esperti del settore legale e psicologico, i quali offriranno il proprio contributo gratuito illustrando le vie più consone onde ottenere la dovuta tutela e protezione.