Reggio Calabria, l’IC “Carducci-Da feltre” e l’Avis uniti per solidarietà, sport e cultura

foto 3 (4)Nuova iniziativa del Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Carducci – V. Da Feltre” di Reggio Calabria, Rina Pasqualina Manganaro. Nei locali della scuola Secondaria di I grado, si è svolto un interessante incontro nel contesto del progetto “STAR BENE”. L’istituto reggino ha affiancato l’Avis provinciale di Reggio Calabria, presieduta da Antonino Posterino, nell’impegno di solidarietà e cultura della donazione. La prof.ssa Manganaro, ben attenta anche alla divulgazione della cultura della donazione, ha aperto i lavori della giornata riconoscendo la valenza della presenza nelle scuole dell’AVIS,  già voluta a livello nazionale dal MIUR e a livello locale dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, che ha peraltro trovato nella Dirigente dell’I.C. “Carducci – V. Da Feltre” una convinta sostenitrice della realizzazione dei progetti “MITICO ASPROMONTE” e “STAR BENE” che impegnano ben 14 Istituti della nostra provincia. Diego Geria, vicepresidente dell’AVIS, nel suo intervento, ha relazionato in merito ad “Anassila, tiranno reggino e campione olimpico”. Con l’ausilio di alcune suggestive slides, ha rievocato la mitica REGHION ed il suo tiranno evidenziando la prosperità della Polis in quel periodo, dal punto di vista sociale, economico e culturale. Ha peraltro sottolineato con orgoglio che, è vero, ”Reggio non ha mai esportato grano, ma ciò si è verificato per il fatto che non lo ha mai prodotto. Tuttavia la nostra città, proprio in quel periodo, ha iniziato ad esportare il suo pregiato e rinomato vino”. Il Prof. Geria ha poi ricordato, soprattutto agli alunni dell’indirizzo sportivo, “l’importanza per gli atleti delle antiche Olimpiadi, dei valori irradiati dalla fiamma olimpica e di uno stile di vita sano che continua ad essere indispensabile ancora oggi”. Paolo Marcianò, vicepresidente vicario dell’AVIS Regionale Calabria, ha evidenziato, da parte sua, “l’importanza di educare i giovani fin dalla più tenera età ai valori della solidarietà ed a tenere uno stile di vita sano ed equilibrato così come richiesto ai donatori avisini.  L’AVIS continua, con grande impegno e tra tante difficoltà, la sua azione al servizio della vita per assicurare alla Calabria l’autosufficienza e per non essere costretta ad importare il sangue da altre regioni. Tanti giovani si presentano spontaneamente oggi a donare il loro sangue presso le nostre unità di raccolta.” È stata così illustrata l’importanza della donazione del sangue, gesto di grandissima solidarietà, effettuato gratuitamente ed anonimamente e che contribuisce concretamente a salvare vite umane. Significativa è stata la presenza di Mirella Nappa, Dirigente dell’USR AT di Reggio Calabria, che ha rivolto un affettuoso saluto agli allievi e si è congratulata con il Dirigente scolastico per l’interessante iniziativa portata a termine. A concludere i lavori c’è stato Maurizio Condipodero, presidente regionale del Coni, che ne ha approfittato per ribadire il valore e l’importanza dello sport per la e nella crescita fisica e mentale di ciascun allievo. “Scuola è, anche e soprattutto – ha sottolinea in chiusura la Dirigente Manganaro – sensibilizzare le coscienze degli allievi ai valori messi in evidenza in questo importante incontro e consentire che ciò avvenga significa favorire la promozione di un apprendimento permanente che trova le sue basi nei fondamentali principi della sana convivenza civile”.

foto 2 (10)