Reggio Calabria: il consiglio provinciale ha approvato lo schema di Bilancio di Previsione

Bilancio previsione (2)Il Consiglio provinciale ha approvato oggi all’unanimità lo schema di Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2016.

Di seguito l’intervento in aula del vicepresidente della Provincia e assessore al Bilancio, Giovanni Verduci.

“Presidente del Consiglio, Consiglieri, Presidente della Giunta, colleghi Assessori. Oggi poniamo all’approvazione del Consiglio lo Schema di Bilancio di Previsione per l’Esercizio Finanziario 2016.  Un momento importante, quasi storico. Oggi, infatti, discutiamo quello che possiamo definire l’ultimo Bilancio della Provincia di Reggio Calabria, il primo della Città Metropolitana di Reggio Calabria. In questi anni, nonostante le notevoli, oggettive ed evidenti difficoltà generate da una crisi spaventosa, dai continui tagli ministeriali e regionali, da una incertezza anche amministrativa e una confusione di regolamenti e relativi applicazioni, siamo stati molto attenti, soprattutto nelle sedute di Consiglio provinciale, a non farci prendere da facili entusiasmi, mantenendo i piedi ben saldi a terra.    Seguendo l’indirizzo dettato dal Presidente Giuseppe Raffa, grazie al quotidiano lavoro del direttore generale, dott. Antonino Minicuci, e ai dirigenti che hanno voluto e saputo essere parte integrante di questo nostro progetto, abbiamo raggiunto risultati importanti che possono apparire scontati, ma non lo sono.        Lottiamo ancora oggi con le novità introdotte dall’armonizzazione dei sistemi contabili che, tra gli altri adempimenti, prevede l’operazione di riaccertamento straordinario dei residui. Ci scontriamo contro il Governo Centrale che non solo ha eroso con la legge di stabilità le nostre risorse,  ma continua a drenare risorse dagli enti intermedi non provvedendo alla copertura  dei costi di funzioni, come il mercato del lavoro e la polizia provinciale, che l’Ente ha continuato a svolgere diligentemente accollandosene i costi. A tutto  questo bisogna aggiungere il ritardo accumulato dalla Regione nella definizione del riordino delle funzioni delegate e delle risorse da destinare all’Ente il cui iter, ancora oggi, non si è definitivamente completato, mentre ai costi si è fatto sempre fronte con le risorse del nostro Ente. Il Bilancio arriva oggi in Consiglio dopo numerosi incontri, con il coinvolgimento di tutti i consiglieri provinciali, senza alcuna distinzione di schieramento, partito, coalizione o gruppo politico di appartenenza. Dimostrazione, questa, di una non comune capacità di correre assieme nella stessa direzione, trovando la forza necessaria per superare i numerosi ostacoli che questa Amministrazione ha incontrato.  Ringrazio, sinceramente, tutti voi  per l’attenzione, la sensibilità e la pazienza dimostrata. In questo documento si è tenuto conto delle richieste pervenute dai vari settori provinciali e delle conseguenti linee di indirizzo fornite dal Presidente Giuseppe Raffa.

 Lo schema, inoltre,  è stato redaBilancio previsione (4)tto osservando il contenimento delle spese, in misura tale che sia garantito il rispetto delle regole che disciplinano il patto di stabilità interno, e delle spese di personale evitando mobilità ed esuberi, assicurando gli stipendi a differenza di quanto avviene in altri Enti, costretti a ritardare o sospendere quanto dovuto ai propri dipendenti. Come ogni anno si è previsto di intervenire soprattutto nel sociale e nella cultura, senza dimenticare misure di sostegno a favore dei Comuni e della promozione del territorio. Non si è tralasciata l’edilizia scolastica e la salvaguardia e difesa del territorio e tutto questo garantendo i servizi essenziali, dando copertura ai contratti in essere e in ultimo, ma non per questo meno importante, a salvaguardare la dotazione occupazionale dell’Ente ed i relativi oneri economici. Manteniamo ancora oggi tutti i servizi essenziali, rilanciamo investendo sul territorio, sosteniamo le Amministrazioni comunali, garantiamo i livelli occupazionali potendo assicurare gli stipendi a tutti i dipendenti provinciali, mi ripeto ma è molto importante.   Con questo Bilancio creiamo le condizioni affinché la Città Metropolitana di Reggio Calabria possa operare immediatamente con risorse e progetti già avviati, garantendo sviluppo al nostro territorio. Ancora di più, se ci saranno le condizioni, faremo dopo l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2015 che sarà portato in discussione, ed eventuale approvazione, in tempi brevissimi. Per chiarimenti su aspetti tecnici è presente il Dirigente del Settore Economico Finanziario, il dott. Stefano Catalano, che ringrazio per quanto fatto assieme ai suoi più stretti collaboratori e l’intero Settore Economico che, tra mille difficoltà, mantiene sempre alti i livelli di efficienza ed efficacia. Ringrazio il Collegio dei Revisori dei Conti e, ancora una volta, tutti voi Consiglieri per la pazienza e la fattiva collaborazione, i colleghi assessori per il sostegno, gli organi d’informazione che, come sempre e con puntualità, seguono il lavoro di questa Amministrazione provinciale”.