Reggio Calabria, i dipendenti comunali al Sindaco: “il nostro stipendio quando?”

Caos nel comune di Reggio Calabria: i dipendenti di Palazzo San Giorgio denunciano il non pagamento degli stipendi e si scagliano contro il sindaco Falcomatà

FirmaSindacoFalcomatàHanno spedito una nota alle testate giornalistiche locali, i dipendenti del comune di Reggio Calabria, denunciando il non pagamento degli stipendi. I dipendenti scrivono: “siamo lavoratori del Comune di Reggio Calabria, il Comune guidato dal giovane Sindaco Giuseppe Falcomatà, il Sindaco della cosiddetta “svolta”. Il Sindaco della prossima istituendo città metropolitana. Colui che avrebbe dovuto seppellire un passato infausto per i cittadini di Reggio e anche per noi dipendenti, chiamati a contribuire ad avviare la macchina amministrativa per il definitivo rilancio della città. Ma è proprio sicuro il giovane Sindaco, e tutti i suoi seguaci, di essere capaci davvero a cambiare le cose di questa dannata e sfortunata città? A quanto pare, no! Dall’inizio dell’anno viviamo mese per mese sempre nel terrore di ricevere o meno quello che ci spetta di diritto per il nostro lavoro, lo stipendio. Che arriva, puntualmente, sempre con ritardo e senza che nessuno abbia mai il riguardo o il buon senso di informare preventivamente noi lavoratori che subiamo così notevoli danni per la scorrettezza dell’Amministrazione, considerato che si è costretti a ritardare i pagamenti di mutui o di rate per cui molti di noi si sono impegnati. Eppure -proseguono i dipendenti- a Palazzo S. Giorgio si scialacqua assegnando, con il dissenso di tutti, alte professionalità e straordinario a dipendenti appartenenti alla cerchia degli amici. Ma non erano gli altri che commettevano scorrettezze ed erano poco trasparenti nella gestione amministrativa? A quanto pare, oggi è peggio di prima e nulla è cambiato! La notizia che circola, confermata, è che i nostri stipendi sono bloccati dal servizio Tesoreria e chissà per quanto tempo ancora. Con rammarico, a questo punto, auspichiamo l’intervento di Organi competenti, per esempio dalla Prefettura, per avere chiarimenti sul ritardo del pagamento degli stipendi, considerato che l’Amministrazione comunale preferisce tacere e non far sapere nulla  ai propri dipendenti. E, sempre con rammarico, di fronte a queste cose la pensiamo e la diciamo come tutta la gente comune delusa da chi promette e non è capace di mantenere: povera Reggio”, concludono.