Reggio Calabria, i consiglieri di Forza Italia: “la periferia nord della città è diventata una discarica a cielo aperto” [FOTO]

foto casalotto 4“Tutta la periferia nord di Reggio Calabria è diventata una discarica a cielo aperto dove l’abbandono regna sovrano” questa la denuncia accorata da parte dei Consiglieri di Forza Italia Antonio Pizzimenti, Luigi Dattola e Antonino Matalone. “Altro che Città metropolitana, siamo di fronte ai minimi storici del decoro urbano. Dopo alcuni recenti casi di abbandono di rifiuti ingombranti in luoghi pubblici e negli spazi verdi del territorio, i cittadini del rione Casalotto a Catona sono costretti a sopportare casi di incuria e degrado che minano, soprattutto, la salute umana a causa della massiccia presenza di ratti lungo le strade, portatori diretti di malattie. Nonostante la raccolta differenziata porta a porta, infatti, Catona continua a restare in un totale stato di “noncuranza amministrativo” al punto di trovare la spazzatura quasi in ogni angolo della strada con la sgradevole ovvia conseguenza di alimentare il proliferare di topi, arrecando un serio e concreto rischio per la salute pubblica” dichiarano ancora i tre Consiglieri comunali. “Per non parlare poi di tutta la zona insistente tra Villa San Giuseppe e Rosalì o tra Arghillà e Salice, insomma tutta la periferia alta cittadina, dove al problema rifiuti si aggiunge la manutenzione e la cura del verde pubblico praticamente inesistente. Stessa sorte negativa tocca al manto stradale più simile a un groviera che ad una via di comunicazione del ventunesimo secolo, con ingenti danni per gli automobilisti e innumerevoli disagi per i cittadini. Insomma, un quadro generale poco rassicurante, borderline coi PVS” incalzano i  Consiglieri forzisti. “Vivere in queste condizioni non è possibile e non è civilmente accettabile. Auspichiamo, pertanto, in un pronto intervento risolutivo da parte dell’Amministrazione Falcomatà affinchè tali scenari anacronistici e fuori contesto vengano rapidamente superati e, soprattutto, venga ripristinata una situazione di normalità in questi quartieri che meritano di godere della stessa considerazione e dignità del centro storico, essendo, tra l’altro, aree a vasta densità demografica e motori pulsanti dell’economia cittadina in espansione”, concludono Pizzimenti, Dattola e Matalone.