Reggio Calabria, Castorina: “basta con le frottole della destra”

palazzo san giorgio“La destra continua a voler confondere, in maniera speciosa e strumentale, due opere differenti, con finanziamenti e destinazioni diverse. Il Waterfront finanziato con i fondi Pisu è già partito, ma per via del fallimento della ditta aggiudicataria, dopo la nuova conferenza dei servizi, si attende solo la firma per l’affidamento dei lavori. Sarà un’opera importante per la riqualificazione del frontemare cittadino, insieme a tutte le altre opere programmate tra Catona e Bocale con il Decreto Reggio e i Patti per il Sud. Sul Museo del Mediterraneo la situazione è ben diversa. E su questo sarebbe opportuno accertare come mai negli anni del sacco di Reggio i fondi vincolati sono stati puntualmente distratti e mai rimessi a posto”, scrive in una nota Antonino Castorina, capogruppo del Pd a Palazzo San Giorgio.Il risultato, come al solito-prosegue- è disarmante: la destra ha sperperato i soldi dei reggini che ora sono costretti a pagare di tasca loro con tasse elevatissime i capricci di una classe dirigente che ha agito in maniera criminale, mettendo in ginocchio la città ed utilizzandola per favorire amici e compari. La cosa più grave – aggiunge- è che oggi quegli stessi soggetti che hanno saccheggiato Reggio tentano di tornare alla carica con le loro inutili insinuazioni. Basta con le frottole. È chiaro che Reggio non può permettersi di buttare altre risorse dalla finestra, considerando lo stato comatoso in cui questi soggetti hanno lasciato una città che solo adesso, con gli sforzi dell’Amministrazione e con la nuova credibilità acquisita grazie al Sindaco Falcomatà, è riuscita a rimettersi in piedi ed ha ricominciato a camminare”, conclude.