Reggio Calabria, Caracciolo: “servizi igienici e area ralax per neonati: garantiamo i servizi essenziali”

palazzo san giorgio“Esprimo soddisfazione per il recepimento da parte della Commissione Politiche Sociali e del Lavoro, presieduta dal Presidente Nocera, della mia proposta avente ad oggetto la dotazione di servizi igienici pubblici in città con adibizione di un’area “relax” e fasciatoio per neonati. Nel pomeriggio di ieri, infatti, il Capogruppo di Forza Italia Maiolino ha esplicato ai consiglieri i termini della stessa. In particolare evidenzia la proposta la necessità di rendere funzionanti entrambi i servizi igienici pubblici presenti in città, rispettivamente collocati nella zona Arena dello Stretto e nei pressi della via Marina, di cui è precluso l’accesso al pubblico, ma che si potrebbero rendere nuovamente funzionanti senza la spesa di cospicue risorse economiche, particolarmente per il servizio igienico sito nei pressi dell’Arena dello Stretto. Questa medesima area potrebbe essere maggiormente valorizzata attraverso l’adibizione dell’ambiente diametralmente opposto al bagno già esistente ad “area relax” per famiglie e neonati, che consentirebbe una maggiore attenzione nei confronti dei neo-genitori e dei bambini neonati”, scrive in una nota Mary Caracciolo, consigliere comunale di Forza Italia. “L’espletamento delle necessità fisiologiche -prosegue-  può avvenire oggi solo utilizzando i servizi igienici all’interno di esercizi pubblici di somministrazione previa consumazione, con evidenti difficoltà specialmente per le famiglie con pargoli costretti ad arrangiarsi in uno stato generale di degrado in pieno centro cittadino. La nostra Città, che in procinto dell’estate si accinge a diventare Citta Metropolitana non può farsi trovare impreparata anche su di un servizio che assume grande importanza per il fenomeno dell’escursionismo, ovvero visita della Città senza pernottamento. Il Comune e quindi noi rappresentanti non possiamo che promuovere e tentare di porre in essere interventi che consentano un miglioramento della qualità di vita del cittadino e non può essere negato che è necessario ripartire dai servizi essenziali, che devono essere garantiti quale emblema di civiltà ed efficienza, senza però dimenticare grandi progetti che consentano comunque la progressione. Auspico, quindi, che ora il recepimento della proposta possa portare ad una agile e celere messa in funzione con relativa manutenzione dei servizi igienici e che possa portare alla creazione di un ambiente funzionale al cambio pannolino e alle necessità dei neonati, che necessitano ancor più di attenzioni”, conclude.