Reggio Calabria, “buio” sul viale Europa: tragedia sfiorata nella strada simbolo di degrado e abbandono

Reggio al buio (1)“Buio” sul Viale Europa: lasciamo stare che… Lasciamo stare che la politica è sempre dei politicanti e che tutte le amministrazioni che si alterneranno a Palazzo San Giorgio saranno, così come lo sono state, uguali, piatte, includenti, cieche, sorde e dalle facili promesse che non si possono sempre mantenere per mancanza di fondi (ma i cittadini di Reggio Calabria non sono i più tartassati d’Italia?). Lasciamo stare che alcune emittenti radiofoniche e idem per le televisive “vomitano fiumi di parole” indignate e poi quando si trovano al cospetto del consigliere comunale di “turno sacrificale”, perdono d’incisività e rasentano “Fracchiane” sottomissioni reverenziali. Lasciamo stare che i cittadini di Reggio Calabria a ogni tornata elettorale pronunciano sempre le stesse frasi: …”sono tutti uguali e a Reggio non cambierà mai niente”! Lasciamo stare che Reggio Calabria è da decenni una città disastrata, male gestita, dedita “alla politica du stratuni”, che parla di periferia, periferia, periferia, periferia ma ne parla e basta. Lasciamo stare che le palazzine del Viale Europa rappresentano sempre un pericolo costante per tutti e chi li abita è considerato “eroe” abbandonato a se stesso, e che le denunce attraverso questo giornale ma anche da trasmissioni televisive nazionali (le iene), si sono susseguite rimanendo “lettera morta”. Lasciamo stare che gli “scheletri” di costruzioni di pubblica edilizia sono a rischio crollo da anni e ricettacolo d’infezioni, che sono ormai “habitat” per pantegane, utilizzate come discariche o “luoghi” malsani dove si riparano senza tetto o extracomunitari. Lasciamo stare che il fondo stradale, alla stregua di quasi tutta la città, è una “groviera”, che la segnaletica “partorita” dal tecnico (per usare un eufemismo) non ha considerato bene parcheggi, corsie per le auto, per i mezzi pubblici e per garantire un deflusso minimo agli automobilisti che s’incolonnano tutti nella stessa unica corsia tracciata sul selciato, anche se molti devono attraversare il ponte S.Anna e molti devono raggiungere i rioni collinari o altre zone basse della città. Lasciamo stare che l’aiuola della rotatoria “centralissimo defecatoio per cani”, mantenuta decorosamente dai “padroncini” che si alternano nella pulizia, rimane sempre un luogo maleodorante, inadeguato e che rappresenta mancanza di decoro e di dignità. Lasciamo stare che il giardinetto con le “panche” fatte con blocchi di cemento utili solo ai deretani degli elefanti e al progettista che le ha previste, è abbandonato a se stesso come monumento del “mindi futtu”. Lasciamo stare che i marciapiedi sono pieni d’insidie per l’incedere dei pedoni e quasi non percorribili per chi è costretto in carrozzella. Lasciamo stare che gli alberi (?) non sono potati ormai da anni e che quasi entrano in casa di chi abita i piani superiori, come sta per accadere agli abitanti del rione Crocefisso al centro storico della città. Lasciamo stare che ovunque il Viale Europa si presenta sporco e che esala il percolato dei cassonetti assorbito dal fondo stradale mai lavato e disinfettato. Lasciamo stare che le carcasse degli animali messi sotto accidentalmente dagli automobilisti siano rimosse da volenterosi cittadini. Lasciamo stare che potrei continuare con molte pagine ancora e che queste siano considerate “tediose” da parte chi si sente pungolato (leggasi amministratori) ma anche interessanti a parere dei cittadini (leggasi abbandonati), anzi: Non lasciamo stare proprio nulla! Come già successo tante volte, sul Viale Europa i pedoni sono investiti e si sono registrati anche tragici incidenti mortali. Di sera poi, a causa della scarsissima illuminazione ma anche per via della sbiadita segnaletica orizzontale, gli automobilisti “faticano” a vedere i pedoni che attraversano rischiando la vita! Il Viale Europa è buio! E’ buio! E’ buio! E’ buio! Avete ben inteso amministratori di Palazzo San Giorgio! Il Viale Europa è buio! Volete potenziare l’illuminazione del Viale Europa o deve scapparci l’ennesimo incidente mortale per decidere d’intervenire? Non posso e non voglio credere che i nostri amministratori non percorrano il Viale Europa e se lo fanno non vedono ciò che tutti noi cittadini vediamo: abbandono!.