Reggio Calabria: ancora controlli a Sambatello e Gallico Superiore e anche al centro città [VIDEO]

poliziaIeri sera, nell’ambito del piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta elaborato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, la Polizia di Stato ha effettuato l’ennesimo blitz nelle località di Sambatello e Gallico. Per l’intera serata, oltre 100 uomini della Polizia di Stato hanno presidiato le principali strade di accesso e di collegamento tra la località di Gallico e l’abitato collinare di Sambatello. I mirati controlli a persone e mezzi hanno consentito di monitorare l’intero comprensorio, secondo uno schema operativo ormai collaudato che prevede perquisizioni e, più in generale, controlli nei confronti di pregiudicati ritenuti inseriti in alcune delle più agguerrite locali cosche di ‘ndrangheta. Nella medesima serata sono stati effettuati numerosi controlli anche in centro, monitorando, ancora una volta, le centralissime piazze “Sant’Agostino” e “Garibaldi”.

La Polizia di Stato estrinseca, cosi, la più ampia strategia operativa interforze mirata all’aggressione dei sodalizi mafiosi, anche attraverso l’indebolimento della rete di fiancheggiatori delle consorterie criminali mediante controlli alla circolazione stradale in contesti territoriali ritenuti nevralgici. Il dispositivo ha visto la sinergia degli uomini e delle donne della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, il Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, con l’ausilio delle unità cinofile ed il supporto tecnico di personale specializzato del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica.

In particolare, sono stati sottoposti a controllo 102 persone e 63 veicoli, nonché effettuati 11 posti di controllo e 2 perquisizioni, anche alla ricerca di armi. Sono stati, altresì, elevati 2 verbali per infrazioni al Codice della Strada. L’efficace dispositivo di sicurezza, dispiegato dal Questore della Provincia di Reggio Calabria Raffaele Grassi, proseguirà anche nei prossimi giorni in altre località ritenute ad alta densità mafiosa.