Reggio Calabria, ampia partecipazione di scuole e cittadini per l’iniziativa “aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria”

Accademia Tempo LiberoSi è parlato del Risorgimento in chiave calabrese all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria. “Aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria” il titolo del convegno organizzato dalla sezione cultura, del sodalizio, che ha ospitato illustri relatori. Un evento eccezionale che ha visto la partecipazione degli Istituti scolastici cittadini. Al mattino infatti, l’Auditorium Zanotti Bianco ha ospitato le quarte classi del Liceo artistico Mattia Preti, del Liceo scientifico “A.Volta”, dell’industriale “Panella Vallauri” e del Magistrale “T. Gullì”. I ragazzi, accompagnati dai propri docenti, hanno avuto modo di approfondire in chiave locale questo importante momento storico, che ha portato all’Unità d’Italia, attraverso gli avvenimenti svoltisi in Calabria, a partire dai primi moti. Una vera analisi storica che ha avuto come punto di partenza la Calabria ed i suoi protagonisti non riportati dalla storia ufficiale ma presenti nella toponomastica cittadina. Nel pomeriggio l’Accademia ha, poi, aperto le sue porte alla città registrando un’ampia partecipazione.

Dopo il saluto della Presidente dell’AdTL Silvana Velonà sono intervenuti il prof. Giuseppe Caridi su “I moti calabresi nell’ambito del Risorgimento”, professor Franco Arillotta su “Costume e società nella Reggio risorgimentale”, la professoressa Cettina Nostro su “Il vissuto storico nella dimensione delle Arti figurative”. Cardine dell’incontro pomeridiano il fenomeno del brigantaggio. Un capitolo molto interessante, in particolare, ha riguardato il “Brigantaggio al femminile” del quale generalmente si parla molto poco. La professoressa Franca Brandolino si è occupata de “Il coraggio delle Brigantesse” e la professoressa Caterina Mammola di “Contributi di donne calabresi all’Unità d’Italia”. Gli interventi sono stati coordinati dalla professoressa Celestina Catanoso. Grande risalto, al di la degli eventi storici, è stato dato al sentimento popolare, interpretato da Marinella Rodà e dalla sua splendida voce. La musica ha evocato le suggestive atmosfere risorgimentali calabresi attraverso le canzoni di Mediterraneo Musica. Il convegno sul Risorgimento rappresenta solo una tappa del più ricco ed articolato percorso culturale intrapreso dal sodalizio e fortemente voluto dalla Presidente Silvana Velonà e dalla professoressa Mimma Gurnari, responsabile del settore cultura. In particolare l’incontro ha rappresentato un vero e proprio omaggio al protagonismo calabrese nella storia d’Italia.