Reggio Calabria: al teatro Cilea la commedia “Pu si e ppu no”

Teatro Cilea reggio calabriaIl 15 e 16 aprile al teatro Cilea andrà in scena la commedia “Pu si e ppu no” di Arturo Cafarelli rappresentata dall’ARS (Artisti Reggini della Sanità) per la regia di Salvatore Vita. L’A R S  dal 2007 produce a Reggio manifestazioni teatrali e culturali a scopo benefico. In questa circostanza il ricavato delle offerte del pubblico sarà devoluto all’Hospice della nostra città: un’occasione speciale per esprimere solidarietà a una struttura che opera fra innumerevoli difficoltà riuscendo comunque ad esaltare i valori umani e professionali. La città ha risposto con interesse ed entusiasmo all’iniziativa garantendo una massiccia presenza al Cilea nelle due serate.

La commedia affronta uno dei temi più attuali e controversi del momento, il malessere della sanità in chiave ironica e brillante, ma l’aspetto centrale sta nel focalizzare in fondo il vissuto umano, al di là dell’aspetto satirico.

L’Opera sarà interpretata da Marina Amedeo (la cardiologa), Silvana Cuzzocrea (la moglie del filosofo), Rosy D’Agostino (la moglie del malato che, pu si e ppu no, si trova in Ospedale), Mimma Manti, Serena Rullo (le infermiere), Mariella Giustra, Carmen Marchese (le figlie del ricoverato), Maria Pansera (l’amica del filosofo), Pasquale Corrado (il cognato americano), Vincenzo De Salvo (il filosofo), Mario Gallucci (il malato), Beppe Malara (il primario), Enzo Schiavone ( il portantino) Natale Ranieri e Filippo Zema (gli amici).

Molti attori dunque, quasi tutti gli associati, infatti, hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, costringendo il regista e l’autore a un superlavoro di scrittura, coordinamento delle parti e organizzazione delle scene. L’ultima fatica sarà l’incontro del folto pubblico con i protagonisti della commedia in un comune e globale senso di riconoscenza verso l’Hospice della nostra città.