Reggio, a Palazzo Campanella un protocollo d’intesa a favore dell’occupazione

Protocollo d'Intesa foto 1Un Protocollo d’Intesa per creare le condizioni capaci di produrre nuovi tipi di occupazione, facilitare l’accesso al credito, sviluppare l’impresa sociale, formare le competenze adeguate ai fabbisogni del mercato e favorire l’ingresso alla professione delle giovani donne commercialiste. E’ stato siglato a Palazzo Campanella – su iniziativa del consigliere regionale Domenico Battaglia – dall’assessore regionale alla “Scuola, Lavoro, Welfare e Politiche giovanili”, Federica Roccisano –  assieme ai rappresentanti dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Reggio Calabria (ODCEC) e del Comitato Pari Opportunità (CPO) dello stesso Ordine nell’ambito del Fondo Unico per l’Occupazione e la Crescita. Fondo che prevede misure di accesso al credito destinate ad aziende che intendono assumere; all’autoimprenditorialità con lo strumento del microcredito ed alla creazione di studi professionali, in varie forme giuridiche per giovani donne iscritte agli albi professionali. “Nel 2015, il tasso di disoccupazione giovanile ha raggiunto in Calabria il 60%, un dato sempre più preoccupante dinanzi al quale – ha affermato Battaglia – le Istituzioni sono chiamate ad individuare con solerzia ed efficacia ogni misura utile a fronteggiare e contrastare la mancanza di lavoro che tanto depaupera il nostro territorio e ruba la speranza ai giovani. Per questi motivi, la Regione guidata dall’on. Mario Oliverio, si è attivata inaugurando una nuova e forte interlocuzione tra l’Ente e i rappresentanti delle professioni. Oggi abbiamo posto un ulteriore tassello con la condivisione di un percorso – ha concluso – che ci vede fortemente impegnati per sfruttare al massimo la progettazione del Por 2014-2020 nell’esclusivo interesse della Calabria e dei calabresi”.

Da parte sua, l’assessore Federica RocProtocollo d'Intesa Foto 2cisano ha ringraziato i rappresentanti dell’Ordine dei dottori commercialisti per la “disponibilità ad intraprendere un percorso comune, raccogliendo sfide di livello assieme all’ambizione di costruire una Calabria più inclusiva e moderna puntando su una progettualità condivisa e integrata in un gioco di squadra che superi individualismi e visioni settoriali. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo di nuova occupazione nell’ambito delle professioni e del lavoro autonomo in generale”. “E’ un momento significativo – ha commentato il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Reggio Calabria (ODCEC) Bernardo Femia – che segna il riconoscimento degli enti intermedi quali soggetti che, partecipando alla vita politica e sociale del nostro territorio, possono contribuire alla crescita della regione”. “Un segnale molto forte da parte delle autorità politiche di voler intraprendere una strada di collaborazione e coesione con i professionisti dell’Ordine dei dottori commercialisti – ha detto Daniela Diano (Presidente Comitato Pari Opportunità dell’ODCEC di Reggio Calabria)”. All’incontro hanno partecipato fra gli altri: Bernardina Ranieri (vicepresidente CPO – ODCEC Reggio Calabria); Maria Morabito (segretario), Antonio De Angelis (componente) ed altri rappresentanti del Comitato. Presenti anche il presidente dell’Unione Giovani, Francesco Caridi, Daniela Naccarato (vice presidente) ed altri componenti.