Programma Stages, lettera dei lavoratori ad Oliverio: “che fine ha fatto il nostro contratto?”

Stages (1)Di seguito la lettera integrale di alcuni ex lavoratori del Programma Stages al presidente Oliverio:

Apprendiamo dalla stampa e da fonti sindacali che a causa della mancata trasmissione di alcuni documenti dal Dipartimento Lavoro della Regione Calabria al Ministero preposto, sarebbe a forte rischio la stipula del nostro contratto con Azienda Calabria Lavoro. Vogliamo ricordare che il nostro impiego nell’ambito del piano Garanzia giovani, con la mission precisa di supportare “autoimpiego” e “autoimprenditorialità”, è frutto di un processo assai travagliato, partito nel 2008 e sospeso da quasi 3 anni, ma che il Governatore Mario Oliverio e il Direttore Generale del Dipartimento Lavoro Antonio De Marco, per lo meno a parole ogni qualvolta affrontavano la questione in un talk show, sui social network, dinanzi alla stampa o in nostra presenza, hanno sempre difeso strenuamente garantendone la celere concretizzazione. Era il 29 dicembre 2015 quando Oliverio, ospite della trasmissione televisiva “Art. 21” dopo il solito panegirico sulla nostra proverbiale qualità e professionalità dimostrata sul campo, definiva imminente il nostro impiego. «A partire dai prossimi giorni», spiegava, verranno selezionati 145 professionisti, «giovani scelti per il merito, in gamba e con professionalità elevatissime». Con un obiettivo da raggiungere: «valorizzare queste risorse». Passano due settimane e nella stessa trasmissione tv sono ospiti l’Assessore al Lavoro Federica Roccisano e Antonio De Marco. Quest’ultimo, sempre dopo il gratificante panegirico di rito, annuncia novità di rilievo per gli «stageur»: «a loro, il Dipartimento ha offerto un’opportunità attraverso il coinvolgimento in attività di tutoraggio e di animazione nell’ambito di iniziative di auto-imprenditorialità del programma Garanzia giovani, affidato a Calabria lavoro». Dopo di che il solito balletto in salsa calabrese: sono passati mesi per la pubblicazione del bando e per il decorso dei tempi di presentazione delle manifestazioni di interesse. Sul sito di Calabria Lavoro è già presente l’elenco dei 145 soggetti da cui attingere per il contratto (perché frutto di una selezione avvenuta a settembre 2015 in pieno accordo con il Consiglio Regionale della Calabria), per cui aspettavamo l’imminente chiamata per la stipula del contratto. Invece, contattando per ragguagli la responsabile del procedimento, tale Dott.ssa Buggè, apprendiamo, prima, che manca la nomina di una Commissione ad hoc (del tutto superflua nel nostro caso essendosi già da mesi espletata la selezione), poi, il problema dei fondi mancanti a causa di errori nel carteggio commessi dal Dipartimento Lavoro. A questo punto chiediamo espressamente al Governatore Oliverio di intervenire nel merito per chiarire quanto sta accadendo. Si tratta del futuro di 145 persone che stanno per perdere un posto di lavoro che inseguono da anni e, a quanto pare, a causa della superficialità della burocrazia calabrese. Basta chiacchiere e sviolinate sulla nostra professionalità. Vogliamo chiarezza, celerità e sincerità una volta per tutte.

Alcuni ex lavoratori del Programma Stages

Stages (2)