Previsioni Meteo: caldo estivo ma per il 25 aprile torna l’inverno con freddo e maltempo

Le Previsioni Meteo per i prossimi giorni in Italia: caldo estivo con temperature superiori ai +30°C al Sud, forti temporali e grandinate al Nord. Attenzione a lungo termine: per il 25 aprile torna l’inverno con freddo e maltempo in tutt’Italia, persino neve sui rilievi

tornado-saettaE’ tornato il gran caldo sull’Italia in questo sabato di metà aprile: picchi di +30°C in Calabria, Sicilia e Sardegna, di +29°C in Puglia e Molise, di +28°C in Emilia Romagna e Abruzzo. Le Regioni meno calde sono state Liguria e Piemonte, in tutte le altre la temperatura ha superato i +23°C in diverse località.

Ecco i dati con le temperature massime del giorno Regione per Regione:

Sardegna: +30°C a Barrali, +29°C a Guspini, Sestu, Sinnai, Barumini, Villasor e San Gavino, +28°C a Palau, Ussana, Asuni, Decimoputzu, Lanusei, Vallermosa, Sanluri e Villa Verde, +27°C a Decimomannu, Villacidro, Iglesias, Macchiareddu, Pula, Padru, Bitti, Domusnovas e Villanovatulo, +26°C a Carbonia, Arbus, Laconi, Arborea e Tula, +25°C a Cagliari, Sassari, Oristano, Tempio Pausania, Ozieri, Fonni, Porto Torres, Borore e Ovovodda.

Sicilia: +30°C a Misilmeri, +29°C a Catenanuova e Castelbuono, +28°C a Caltagirone, +27°C a Castellammare del Golfo, Paternò, Cinisi, Torregrotta, Pace del Mela e Ramacca, +26°C a Barcellona Pozzo di Gotto, Capo d’Orlando, Lentini, Sambuca di Sicilia, Brolo, Saponara, San Pier Niceto, San Fratello e Castroreale, +25°C a Palermo, Siracusa, Trapani, Noto, Bagheria, Marineo, Comiso, Vittoria, Scicli, Caltanissetta, Capaci, Carini, Corleone, Lipari, Termini Imerese e Francofonte,+24°C a Modica, Licata, Gela e Bronte, +23°C a Catania, Messina, Acitrezza, Canicattì, Marsala e Cefalù.

Calabria: +30°C a Rende e Dipignano, +29°C a Cocaldo-italia-meteo-temperature-640x427senza, Luzzi e San Sosti, +28°C a Mileto e Montalto Uffugo, +27°C a San Pietro in Guarano, +26°C a Castrovillari, Acri, Soverato Marina, Cirò Marina e Cittanova, +25°C a Rosarno, Rogliano, Rizziconi, Roccelletta di Borgia, Tarsia, Joppolo e Domanico, +24°Ca Catanzaro, Crotone, Lamezia Terme, Vibo Valentia, Cirò Superiore, Serra San Bruno, Gioiosa Ionica, Paola, Parenti, Palermiti, Albidona e Crucoli, +23°C a Corigliano Calabro, Amantea, Cortale, Oriolo e Scilla, +22°C a Reggio Calabria e Capo Spulico.

Basilicata: +26°C a Venosa, +23°C a Miglionico e Grassano, +22°C a Potenza e Pisticci.

Puglia: +29°C a Bari, Monopoli, Cerignola e Palo del Colle, +28°C a Terlizzi e Mola di Bari, +27°C a Foggia e Fasano, +25°C a Lecce, Brindisi, Vico del Gargano, Acquaviva delle Fonti e Soleto, +24°C a Vieste, Cisternino, Alberobello, Latiano, Novoli e Squinzano, +23°C a Taranto, Supersano, Locorotondo, Taurisano, Galatone, Noci, Cagnano Varano, Giovanni Rotondo , Ceglie Messapica e Veglie, +22°C a Martina Franca e Monte Sant’Angelo.

Molise: +29°C a Termoli, +25°C a Campobasso e Baranello, +18°C a Capracotta.

Campania: +27°C a Boscoreale e Sarno, +26°C a Benevento, Caserta, Nocera Inferiore e Caivano,+25°C ad Avellino, Battipaglia, Calvizzano, Mugnano e Boscotrecase, +24°C a Napoli, Salerno, Sorrento, Vico Equense, Mercato San Severino e Pompei,+23°C a Castellammare di Stabia, +22°C a Pozzuoli e Cava de’Tirreni.

Lazio: +26°C a Guidonia, +24°C a Roma, Latina, Frosinone, Tivoli, Monterotondo, Sora e Cervaro, +23°C a Frosinone e Fondi, +22°C a Pratica di Mare e Pomezia, +21°C a Viterbo e Sezze, +20°C a Civitavecchia, Ronciglione, Capranica e Ariccia.

Abruzzo: +28°C a Sulmona, +26°C a Fara San Martino e172960_caldo_termometro_1-300x225 Tollo, +23°C a Chieti, Nereto e Vasto, +22°C a Pescara, +21°C a Scoppito e Tortoreto.

Marche: +27°C a Jesi, +24°C ad Ancona, +23°C a Senigallia, +22°C a Fermo, Filottrano e Macerata, +21°Ca Grottammare, +19°C a Cingoli.

Umbria: +24°C a Foligno, +23°C a Perugia, +22°C a Orvieto, Marsciano e Bibbiena, +21°C a Gualdo Tadino.

Toscana: +25°C a Prato ed Empoli, +24°C a Firenze e Pisa, +23°C a Pescia e Capannori, +22°C ad Arezzo,+21°C a Massa Marittima, +20°C a Grosseto e Viareggio, +19°C a Chiusi.

Emilia Romagna: +28°C a Castelfranco Emilia e Santa Maria Maddalena, +27°C a Rimini, Cesena, Bellaria, Forlì, Cesenatico, Argenta, Lugo e Bagnacavallo, +26°C a Bologna, Carpi, Ferrara, Faenza, Imola, Gabicce e Riccione, +25°C a Modena, Reggio Emilia, Mirandola, Cervia, +24°C a Ravenna e Fidenza, +23°C a Parma e Piacenza.

Veneto: +25°C a Legnago, +24°C a Padova e Vicenza, +23°C a Verona, +22°C a Chioggia e Bassano del Grappa, +21°C a Treviso, Conegliano e Aviano, +20°C a Venezia e Belluno.

Lombardia: +26°C a Mantova, +25°C ad Asola, +23°C a Cremona, +22°C a Brescia e Pavia, +21°C a Milano, Seriate e Monza, +20°C a Bergamo.

Piemonte: +21°C a Casale Monferrato e Alessandria, +19°C a Torino, +18°C a Cuneo e Novara.

Liguria: +22°C a Imperia, +21°C a Ventimiglia, +20°C a Chiavari e Moneglia, +19°C a La Spezia, +18°C a Genova e Sanremo, +17°C a Savona, +16°C a Varazze e Arenzano.

Valle d’Aosta: +18°C ad Aosta.

Friuli Venezia Giulia: +23°C a Pordenone, +21°C a Udine, Cormons e Zoppola, +20°C a Trieste e Staranzano, +17°C a Lignano Sabbiadoro.

Trentino Alto Adige: +24°C a Bolzano, Trento e Rovereto, +23°C a Merano e Besenello, +22°C a Lavis e Mezzolombardo.

Nelle prossime ore le temperature aumenteranno ulteriormente, soprattutto al Centro/Sud: clima estivo nella giornata di domenica 17 aprile, con picchi di oltre +30°C in molte località. Sempre al Sud continuerà a fare molto caldo anche nella settimana entrante, che invece al Nord inizierà con una violenta sfuriata temporalesca con forti piogge e grandinate. I primi fenomeni temporaleschi si verificheranno già domenica, per poi intensificarsi tra lunedì e martedì. Lieve calo termico generalizzato a metà settimana, a cui seguirà un’altra vampata di calore africano al Centro/Sud prima di una clamorosa svolta stagionale negli ultimi giorni del mese.

Infatti nel prossimo weekend la situazione meteo cambierà nuovamente a causa di una bordata fredda e instabile proveniente dal circolo polare artico. Tra sabato 23 e domenica 24 le temperature inizieranno a diminuire in modo netto e deciso, compromettendo così la festività del 25 aprile, caratterizzata in tutt’Italia da freddo e maltempo. Una situazione anomala, quasi invernale con tanto di nevicate sui rilievi (sia sulle Alpi che sugli Appennini) dopo il gran caldo estivo dei giorni precedenti. Attenzione ai fenomeni estremi, è alto il rischio di temporali estremamente violenti con forti grandinate e potenziali tornado distruttivi proprio a causa di sbalzi termici esagerati.