Operazione “Piscatores”: truffe on line nel reggino, 27 arresti e perquisizioni in corso

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, hanno portato a rilevare l’esistenza di un associazione presente ed operante nel territorio della locride, finalizzata alla commissione di truffe on line

Controlli della Guardia di Finanza a Cosenza.E’ in corso di esecuzione, dalle prime luci dell’alba, una imponente operazione da parte degli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, che ha portato a disarticolare un’associazione per delinquere finalizzata a reati di truffe on line, riciclaggio e accesso abusivo a sistemi informatici. Sono in corso di esecuzione 27 ordinanze di custodia cautelare oltre a numerose perquisizioni nella locride.

I reati contestati sono associazione a delinquere, truffa, riciclaggio, accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico, detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso o sistemi informatici o telematici, falsità in scrittura privata, sostituzione di persona, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

Guardia di finanzaLe indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, hanno portato a rilevare l’esistenza di un associazione presente ed operante nel territorio della locride, finalizzata alla commissione di truffe on line attraverso l’illecita acquisizione dei codici di accesso di ignari correntisti  di un noto Istituto di Credito operante sul web per effettuare operazioni di trasferimento di ingenti somme di denaro giacenti da quei conti correnti ad altri conti correnti intestati fittiziamente a persone inesistenti e, di fatto, riconducibili ai promotori dell’associazione.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11,00 presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, alla presenza del Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, Dott. Federico Cafiero de Raho.