Operazione antimafia sull’asse Roma-Palmi: confisca per 36 milioni nei confronti di due noti imprenditori

Confisca del patrimonio stimato in circa 36 milioni di euro in pregiudizio di due noti imprenditori di Palmi

dia-3Dalle prime ore della mattina, personale dei Centri Operativi DIA di Roma e Reggio Calabria e della Polizia di Stato di Reggio Calabria e Palmi sta eseguendo un provvedimento di confisca, ai sensi della normativa in tema di misure di prevenzione, del patrimonio (stimato in circa 36 milioni di euro) già sottoposto a sequestro nel 2013, in pregiudizio di due noti imprenditori di Palmi.

L’ingente confisca è stata disposta dal Tribunale di Reggio Calabria – Sez.Misure di Prevenzione, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, a seguito di due complesse e convergenti attività di indagine condotte  dai Centri Operativi DIA di Roma e di Reggio Calabria e dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, dal Commissariato P.S. di Palmi e dalla Divisione Anticrimine della Questura di Reggio Calabria, che hanno consentito di acquisire gli elementi necessari a dimostrare la sussistenza di rapporti tra i proposti e la cosca “GALLICO”. Tra i beni confiscati risulta anche un prestigioso hotel sito in Roma, in uno dei quartieri più esclusivi della capitale.

Maggiori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa, presieduta dal Procuratore della Repubblica presso la D.D.A. di Reggio Calabria, Dott. Federico CAFIERO DE RAHO, che si terrà alle ore 11 odierne presso gli uffici della DDA di Reggio Calabria.