Oliverio ha presentato i Bandi del PSR Calabria 2014/2020

germaneto cittadella regione calabriaIl Presidente della Regione Mario Oliverio ha presentato oggi alla stampa la pubblicazione dei bandi delle Misure a Superficie e del Benessere Animale del PSR Calabria 2014/2020, che per tutto il periodo di programmazione  prevedono –informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta -uno stanziamento pari ad oltre trecento milioni di euro. “Oggi si inaugura formalmente ha detto il Presidente –  la fase operativa della programmazione comunitaria in agricoltura.  Abbiamo alle spalle l’impegnativa fase della programmazione delle risorse, per la quale ringrazio le organizzazioni professionali e sindacali che hanno dato un contributo importante alla definizione di questi programmi, e soprattutto il Dipartimento Agricoltura per il lavoro svolto. I bandi delle Misure a Superficie saranno subito operativi nel 2016 con novanta  milioni di euro e partono con la digitalizzazione delle procedure e la dematerializzazione, per evitare perdite di tempo. La vera sfida parte oggi con la governance delle risorse: il nostro obiettivo è quello di utilizzare le risorse e utilizzarle bene, senza ripetere gli errori del passato, senza macinare assistenzialismo. Le finalità devono essere quelle di  creare sviluppo, crescita, opportunità di lavoro, elevare la qualità della vita dei calabresi e far compiere il salto di qualità alle nostre produzioni e ai nostri territori. Le verifiche sugli strumenti comunitari le faremo in corso d’opera, già tra fine anno e principi dell’anno prossimo, e saranno valutate proprio l’incidenza della spesa in termini di crescita e occupazione. Il PSR – ha aggiunto Oliverio – sarà coordinato con gli altri strumenti e si dovrà mettere in atto un gioco di squadra. Nel Patto per  la Calabria, ad esempio, abbiamo allocato risorse anche per il settore agroalimentare, che deve essere sostenuto su più fronti. Non bisogna dimenticare infatti che l’agroalimentare è il settore portante della nostra economia, che interessa tutto il territorio calabrese e per il quale il PSR è uno strumento vitale. Il mio auspicio è che quella dei fondi comunitari appena iniziata, sia una stagione foriera di inversioni di tendenza per l’intera Calabria”. I lavori sono stati introdotti dal Dirigente Generale del Dipartimento “Agricoltura” Carmelo Salvino che, alla fine della conferenza stampa, ha firmato il decreto di approvazione dei bandi. “Le Misure a Superficie sono importantissime– ha affermato Salvino – perché finalizzate a compensare le difficoltà di conduzione ed il minor reddito delle imprese agricole che operano nelle zone svantaggiate, ma anche a contrastare lo spopolamento dei territori, a preservare la biodiversità ed il paesaggio rurale. Rispetto al 2007/2013 il budget destinato a queste misure è stato notevolmente aumentato e se ci saranno buoni riscontri, potrà essere ulteriormente incrementato nel corso di questa programmazione”. Il Dirigente ha annunciato, infine, che nelle prossime settimane saranno pubblicati i bandi quelli relativi all’ammodernamento delle aziende e all’insediamento dei giovani in agricoltura.

L’Autorità di Gestione del PSR consiglio_regione_calabriaCalabria Alessandro Zanfino ha illustrato nel dettaglio le quattro Misure messe a bando, sottolineando che i beneficiari sono esclusivamente agricoltori “attivi” e che la scadenza per la presentazione delle domande, da effettuare sul portale Sian, è fissata per il prossimo sedici maggio. “Oggi – ha detto Zanfino – si compie il primo atto pubblico di indirizzo non solo politico, ma anche tecnico del PSR Calabria. La Regione ha deciso di spingere verso un’agricoltura di qualità in termini di produzioni, territori e rispetto dell’ambiente. Con questi interventi il PSR vuole garantire una gestione sostenibile delle risorse scarse e di quelle non riproducibili, anche per arginare erosione, dissesto idrogeologico e rischi di incendi e allo stesso tempo valorizzare le proprie produzioni sui mercati internazionali”. Le Misure a superficie sono la “10” “Pagamenti agro-climatici- ambientali”, che prevede tra gli interventi il sostegno alla produzione integrata, in particolare in territori in cui vi è maggiore pressione dei sistemi ambientali, come Sibari,Lamezia Terme e Gioia Tauro. Il PSR sosterrà poi interventi per preservare la biodiversità di produzioni di nicchia come cedro e bergamotto, da valorizzare sui mercati internazionali; nonché interventi per il recupero di razze autoctone minacciate di abbandono. Molto importante, la Misura “11”, relativa all’agricoltura biologica, con la quale si punta ad azionare una leva di marketing che, in sinergia con la Misura “3” “Promozione”, possa creare una vera e propria identità Bio della Regione Calabria. Con la Misura “13” “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici”, sono stati introdotti premi maggiori per garantire il presidio delle zone montane e le zone soggette a vincoli naturali significativi e sostenere le produzioni agricole. Rispetto al PSR Calabria 2007/2013, infine, la dotazione finanziaria della Misura “14”  “Benessere Animale”, che promuove il miglioramento della gestione degli allevamenti e delle produzioni zootecniche, è stata aumentata da tre ad oltre 28 milioni di euro. Il Consigliere Regionale D’Acri ha sottolineato che, sebbene trecento  milioni di euro possano sembrare tanti, hanno un altro valore se divisi tra i vari beneficiari. “La Regione – ha detto D’Acri – però si è impegnata per dare il massimo sostegno all’agroalimentare, che il Presidente Oliverio ha messo sin da subito al primo posto nel suo programma di governo.  Voglio evidenziare la straordinarietà delle misure a superficie, atte a difendere l’immenso patrimonio di biodiversità della nostra regione e a valorizzare le aree rurali”.

Questo il link dei bandi http://www.calabriapsr.it/psr1420/index.php