Museo di Reggio Calabria: tutte le FOTO del taglio del nastro e della firma dei Patti con la Città e la Regione

Museo di Reggio Calabria: tutte le FOTO dell’inaugurazione con il taglio del nastro e la firma dei Patti con la Regione e la Città

renzi museo reggio (29)Dopo dieci anni di lavori di restauro ha riaperto questa mattina il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, uno dei musei archeologici più prestigiosi d’Italia, che ospita tra le tante opere i Bronzi di Riace. Per l’occasione a Reggio Calabria questa mattina sono arrivati il premier Matteo Renzi e il ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini. Il museo è stata la cornice per la firma del secondo patto per il Sud (il primo è stato firmato con la Campania domenica scorsa) che il presidente del Consiglio ha sottoscritto con il sindaco Giuseppe Falcomatà. “Reggio Calabria è la prima Città Metropolitana a firmare i Patti per il Sud – ha scritto su Facebook il primo cittadino – in una stupenda atmosfera di cultura e bellezza, con i Bronzi di Riace nostri custodi. È una giornata storica: oggi, infatti, firmiamo i Patti con il Governo Renzi nel giorno dell’apertura del Museo Nazionale”. La sede del museo, un edificio progettato, fra i primi in Italia, ai soli fini dell’esposizione museale, si trova sulla centrale Piazza De Nava. E’ opera di Marcello Piacentini, uno dei massimi architetti del periodo fascista, che lo concepì in chiave moderna dopo aver visitato i principali musei di Europa.

renzi museo reggio (28)“Siamo in un luogo ed in un momento – ha detto il ministro dei Beni culturali e del turismo Dario Franceschini – che ci spinge ad utilizzare quella cosa che gli italiani, purtroppo, hanno dimenticato di utilizzare con la necessaria frequenza, cioé l’orgoglio nazionale. Siamo in un luogo simbolico come il Museo di Reggio Calabria che lo é per tante ragioni”. “Grazie a tutti quelli – ha aggiunto il Ministro – che in questi anni si sono dedicati alla rinascita di questo Museo e che hanno consentito di arrivare a questo risultato. Grazie al direttore Carmine Malacrino che ha impresso in pochi mesi un’energia ed un entusiasmo di cui c’è un grande bisogno. Ã un momento simbolico perché il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dimostra come si può vincere la sfida del sistema museale italiano. Abbiamo trovato un sistema museale con le collezioni più straordinarie del mondo, ma non adeguato ai tempi rispetto al modo di presentare quelle collezioni”.