MessinAmbiente, l’ombra della responsabilità civile per la morte di Nino Tomasello

La società potrebbe rispondere del tragico incidente mortale registrato nel luglio di due anni fa. L’elenco degli indagati in casa Messinambiente e le accuse in ballo dopo la dipartita di Nino Tomasello

morte nino tomaselloMessinAmbiente è stata citata come responsabile civile nell’ambito del processo sulla prematura scomparsa di Antonino Tomasello, l’operaio morto lo scorso 3 luglio a seguito di un incidente con il mezzo della partecipata. Fra gli indagati sfila l’intero establishment societario dell’epoca: dall’ex commissario Alessio Ciacci al direttore tecnico Antonino Miloro, dal responsabile del personale Natale Cucè a quello dell’autoparco Filippo Marguccio, e poi ancora Roberto Lisi, Pietro Arrigo, Cesare Sindoni, Claudio Sindoni e Armando Di Maria. L’accusa, sulla scorta del referto seguito all’esame autoptico, è di omicidio colposo.