MessinAmbiente, chiesti 5 rinvii a giudizio per corruzione

Nel mirino della magistratura spiccano l’ex liquidatore e l’ex responsabile amministrativo della società partecipata

giustiziaSarà il Giudice per l’Udienza Preliminare, Maria Militello, a valutare se Armando Di Maria, Antonino Inferrera, Marcello Di Vincenzo, Francesco Gentiluomo e Antonino Buttino dovranno essere rinviati o meno a giudizio. La richiesta da parte del procuratore, Sebastiano Ardita, va in questa direzione, perché a giudizio degli inquirenti gli estremi ricorrono palesemente: i soggetti indagati, infatti, avrebbero bypassato le procedure normative per l’affidamento dei servizi, avendo rodato un sistema corruttivo che consentiva all’establishment di MessinAmbiente di ottenere indebitamente denaro per favorire talune imprese. La liquidità veniva consegnata sotto forma di forniture per consulenze.