Messina: presentato stamane a Palazzo Zanca il calendario della settimana della cultura

Messina: la settimana della cultura, intitolata “Trinacria sconosciuta”, avrà luogo dal 23 aprile al 1 maggio

Comune-di-Messina-Palazzo-Zanca-1Si è tenuta stamane a Palazzo Zanca la conferenza stampa durante la quale è stato illustrato il calendario definitivo della “Settimana della Cultura” dell’Area Metropolitana dal titolo “Trinacria sconosciuta”, in programma da sabato 23 al 1 maggio.  L’assessore alla Cultura, Tonino Perna, presente tra gli altri la dirigente della Soprintendenza di Messina, Grazia Musolino, ha spiegato che l’iniziativa si articolerà attraverso itinerari giornalieri che faranno scoprire ai visitatori siti d’interesse storico, archeologico e naturalistico. I comuni che parteciperanno all’evento sono, anche quest’anno, piuttosto numerosi:  Rometta, Saponara, Villafranca Tirrena, Roccavaldina, Spadafora ,Venetico, Casalvecchio Siculo, Itala, Savoca, Condrò, Monforte San Giorgio, San Pier Niceto, Gualtieri Sicaminò, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Barcellona P. G., Castroreale, Furnari, Furci Siculo, Mandanici, Scaletta Zanclea, Caprileone, Mirto, Sant”Agata Militello, Castelmola, Gallodoro, Giardini Naxos, Milazzo, Novara di Sicilia e Terme Vigliatore. Inoltre,  alla manifestazione hanno aderito la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Messina; la Camera di Commercio; Confesercenti; Confcommercio; l’Istituto Comprensivo “Pascoli-Crispi”; Centro Studi Pascoli; delegazione F.A.I. di Messina; la Biblioteca Regionale “Giacomo Longo”; le Accademie, Culturale Zanclea e Internazionale “Amici della Sapienza”; la Confraternita Laica Domenicana; il Movimento “Irrealismoartistico”; e le associazioni, “Il Centauro”, “Amici del Museo”, “Ionio”, “Aura”, “Kiklos” e “Gonzaga”.

“Questa edizione della Settimana della Cultura – ha sottolineato Perna – rientra nella più ampia visione della Città Metropolitana e dell’Area dello Stretto, al fine di condividere un percorso unico sotto l’aspetto culturale, oltre che economico, politico e turistico. E’ necessario credere fortemente che il rilancio della società civile passi attraverso la cultura che formerà i cittadini del futuro. Per consentire – ha concluso l’Assessore – un’ampia partecipazione da parte dei cittadini delle due sponde sono state anche concordate agevolazioni nel trasporto con la società Bluferries al costo di venti euro”.

La consulenza relativa alla realizzazione degli itinerari turistici/culturali ed il coordinamento degli eventi è stato curato dall’associazione “Proposta Turistica 3.0″ secondo il seguente calendario:

Sabato 23 Aprile, la Settimana della Cultura prenderà il via con appuntamenti che si terranno a Messina Nord (Badiazza, Museo etnografico di Gesso), Rometta, Saponara e Villafranca Tirrena;

Domenica 24, nei Comuni di Roccavaldina – Spadafora e Venetico;

Lunedì 25, a Casalvecchio Siculo, a Itala e Savoca;

Martedì 26, a Condrò, a Monforte San Giorgio e San Pier Niceto;

Mercoledì 27, a Gualtieri Sicaminò, a San Filippo del Mela e a Santa Lucia del Mela;

Giovedì 28, nei comuni di Barcellona Pozzo di Gotto, di Castroreale, di Furnari, di Furci Siculo e Mandanici;

Venerdì 29, a Messina Sud (Forte Gonzaga e Mili San Pietro) ed a Scaletta Zanclea;

Sabato 30, a Caprileone, a Mirto e Sant’Agata Militello;

Domenica 1 maggio, la Settimana della Cultura si concluderà con gli eventi organizzati nei comuni di Castelmola, Gallodoro, Giardini Naxos, Milazzo, Novara di Sicilia e Terme Vigliatore.