Messina, lavori febbrili per il previsionale: ma lo stallo persiste

Eller Vainicher ha frenato gli entusiasmi, sconfessando la linea Signorino: la minaccia del dissesto per il Comune di Messina non è ancora stata scongiurata. E in Consiglio cresce il malumore…

palazzo zancaLo ha detto senza mezze misura Luca Eller Vainicher: l’ipotesi del dissesto non è stata scongiurata. Anzi, allo stato attuale – nonostante la solidità rivendicata da Signorino per il piano di Riequilibrio – c’è addirittura il 50% di possibilità di vedere l’ente dichiarare default. Una mazzata per i messinesi che avevano affidato le sorti di Palazzo Zanca ad Accorinti & c. Nell’attesa che la magistratura contabile faccia il suo corso, cittadini e dipendenti aspettano il varo del bilancio di previsione, ancora congelato dall’Amministrazione nonostante il pressing dei revisori. E mentre le riunioni notturne si moltiplicano, stante anche le minacce sindacali di chi è pronto a paralizzare la macchina burocratica in caso di mancato versamento delle spettanze, nell’aula consiliare cresce il malumore per lo stallo dei lavori.