Messina: ieri la maggior parte dei negozi chiusi per il malcontento dei turisti

Attività commerciali chiuse per la Festa della Liberazione: Messina delude così quattromila turisti scesi appena scesi dalla nave da crociera

porto crociera messina In occasione della Festa della Liberazione ieri 25 aprile, i commercianti del centro di Messina hanno preso la decisione di tenere abbassate le saracinesche delle proprie attività. Una decisione comprensibile, se non fosse coincisa con l’arrivo di una nave da crociera al porto, da cui sono scesi quattromila turisti armati delle migliori intenzioni: foto, visite culturali e, chiaramente, shopping.
Quest’ultima delle loro aspettative è stata  gravemente delusa, provocando un malcontento generale. Passeggiando tra le vie del centro, infatti, Messina si presentava come una città quasi fantasma, tenuta in vita solo dalle multinazionali.
I commercianti, dopo essersi battuti per ottenere l’isola pedonale nella loro via dei Mille, hanno perso l’occasione di incontrare sulle porte dei propri negozi i turisti in visita: un’occasione di guadagno importante per Messina si è spenta così, tra le vie vuote della città.