Messina, gli arbitri donano il sangue per l’Avis

L’AIA scende in campo al Papardo: l’iniziativa guidata dal presidente Massimiliano Lo Giudice

Papardo e AvisL’Azienda Ospedaliera Papardo e AVIS Messina hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa dell’Associazione Italiana Arbitri interessati a diventare donatori di sangue. L’iniziativa di carattere sociale si è svolta nella sede dell’AIA Messina ed ha visto la partecipazione del  Responsabile del Governo Clinico dell’ A.O. Papardo, prof. Giacomo Nicocia e del Presidente Avis Messina, dott. Giuseppe Previte.

In questa occasione gli arbitri messinesi, capitanati dal presidente Massimiliano Lo Giudice e dal consigliere dott. Mario Pettinato, scendono in campo con i loro giovani associati per entrare nelle liste dei donatori di sangue, dimostrando con i fatti di avere interessi molteplici che si spingono oltre l’arbitraggio domenicale, fungendo, così, da stimolo anche per le altre associazioni e realtà cittadine.

Sono stati eseguiti, quindi, i prelievi di accertamento di idoneità al dono su 15 giovani arbitri, aspiranti donatori, che hanno aderito all’iniziativa consapevoli che donare il sangue è un gesto di solidarietà.

Accertata l’idoneità il nuovo donatore verrà invitato a firmare il modulo di accettazione e consenso, divenendo, così, donatore a tutti gli effetti.

Il sangue non è riproducibile in laboratorio ma è indispensabile alla vita, per i servizi di primo soccorso e in chirurgia nella cura di alcune malattie tra le quali quelle oncologiche e nei trapianti.

La disponibilità di sangue è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità. Le donazioni di donatori consapevoli, periodici, volontari, anonimi, non retribuiti…rappresentano una garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona.