Messina, giornata della salute delle donne: le proposte di CMdB per non rendere l’evento una semplice ricorrenza

Il movimento civico guidato da Renato Accorinti critica le politiche adottate dall’Esecutivo e incalza le istituzioni proponendo l’adozione di nuove misure a sostegno della salute delle donne. Ecco i provvedimenti che la lista cittadina metterebbe all’ordine del giorno

coordinamentoCMDBIl Gruppo per le Pari Opportunità di Cambiamo Messina dal Basso, in occasione della prima giornata nazionale dedicata alla salute della donna, criticando le politiche adottate sin qui dal Governo propone di promuovere programmi di prevenzione più rigorosi, riducendo il gap che intercorre fra le prestazioni sanitarie pubbliche e private. Concentrandosi in particolar modo sull’importanza della formazione, CMdB propone altresì di mettere nero su bianco misure per una “maternità consapevole“, che garantiscano a chiunque la possibilità di abortire nei luoghi pubblici preposti. In tal senso il movimento di Renato Accorinti chiede che nei nuovi bandi d’assunzione sia garantito un 50% di posti a personale non obiettore.