Messina, gestione parchi e riserve ambientalistiche: Picciolo batte cassa

Il leader del Pdr censura il dimezzamento e chiede il ripristino dei finanziamenti, pena la chiusura dei più importanti parchi dell’isola

Picciolo Pdr1Si ripristinino immediatamente i fondi per la gestione dei parchi e delle riserve ambientalistici della Sicilia, erroneamente dimezzati, al punto che il 15 aprile il direttore Pirillo ha già comunicato a tutte le associazioni gestori dei parchi e delle riserva la loro chiusura“. Lo afferma il capogruppo all’Ars del Pdr-Sicilia Futura, Beppe Picciolo, lanciando un monito: “Non possiamo rischiare di buttare al vento 20 anni di conservazione del territorio e pertanto il Parlamento con la commissione Bilancio si devono attivare per rimpinguare il capitolo e per arrivare alla gestione ordinaria del personale e alla manutenzione di queste aree che sono caratterizzanti la Sicilia in tutto il mondo. Bene ha fatto l’Assessore Croce – ha concluso Picciolo – a convocare per giovedì il tavolo con tutte le associazioni ambientalistiche ed il presidente Crocetta a dare la totale disponibilità ad affrontare questa problematica che è stata evidentemente sottovalutata dagli uffici della ragioneria regionale”.