Messina, arriva il braccio destro del Papa: lectio magistralis di Padre Antonio Spadaro al Rettorato

L’alto prelato discuterà sul tema “Comunicare la misericordia: la sfida di Francesco”. Per lui il premio Fuci-Giorgio La Pira

padre antonio spadaro e papa francescoIl direttore de “La Civiltà Cattolica”, Padre Antonio Spadaro, braccio destro di Papa Francesco nell’azione di riforma della Chiesa, sarà a Messina giovedì prossimo e terrà una lectio magistralis al Rettorato in occasione dei 120 anni della Fuci. Il tema, caro all’alto prelato, sarà “Comunicare la Misericordia: la sfida di Francesco“.

A Padre Spadaro sarà consegnato il premio “FUCI Messina-Giorgio La Pira” che consiste in un quadro, opera del maestro Dimitri Salonia. L’iniziativa è stata presentata ieri mattina presso l’Aula Cannizzaro del Rettorato, alla presenza dei ragazzi del gruppo e del maestro Salonia. L’artista, caposcuola del Colorismo siciliano, ha eseguito, con tecnica a spatola, il ritratto di Giorgio La Pira, cogliendo, se pur con fare informale, una delle sue più belle e classiche espressioni, aggiungendo sullo sfondo un tocco di romanticismo, che richiama la città dello Stretto e il legame che con essa ha sempre avuto. Il Premio, che è organizzato in collaborazione con il MEIC (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) e con l’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali, ha ottenuto il patrocinio del Comune di Messina, dell’Università, dell’Arcidiocesi, della Fondazione La Pira di Firenze e della Fondazione Bonino-Pulejo.

Giovedì 28, prima della Lectio di Padre Spadaro e della cerimonia di consegna del premio, interverranno il Rettore dell’Università di Messina, prof. Pietro Navarra, il direttore del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, prof. Mario Bolognari, il direttore dell’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali, Don Giuseppe Lonia, il nuovo Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Messina – Lipari – Santa Lucia del Mela, S.E Mons. Benigno Luigi Papa e il vice presidente nazionale MEIC, prof. Luigi D’Andrea.