Messina: approvato il progetto per la riqualificazione del torrente Bisconte Catarratti

Dopo diversi mesi, il progetto esecutivo per la riqualificazione del torrente Bisconte Catarratti è stato approvato: verrà inviato all’Ufficio del commissario tra il 25 e il 26 aprile

torrente_bisconteFinalmente approvato dall’amministrazione comunale di Messina il progetto esecutivo che prevede la riqualificazione ambientale e il risanamento igienico del torrente Bisconte Catarratti, nel tratto che interessa la zona abitata. Il progetto verrà trasmesso, assieme alle autorizzazioni necessarie, all’Ufficio del commissario straordinario delegato per l’attuazione degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Sicilia. A sollecitare la procedura, il consigliere Santalco che nella seduta della VI commissione consiliare di oggi ha invitato l’assessore De Cola ed il dirigente Cardia a “inoltrare urgentemente entro aprile l’intero fascicolo al commissario straordinario per l’esame dello stato di attuazione della procedura e per l’inoltro al Ministero della scheda tecnica per l’emissione del relativo decreto di finanziamento”. Secondo De Cola, la pratica sarà trasmessa tra lunedì e martedì insieme alla richiesta di delega della gestione della gara d’appalto: “noi ci toglieremmo un impegno, viceversa lo faremo senza problemi. Il commissario deve solo prendere atto dell’approvazione del progetto esecutivo ed erogare i finanziamenti già decretati, non so quanto tempo possa servire. Se non ci fosse questo passaggio, noi passeremmo gli elaborati all’ufficio contratti, che preparerebbe il bando di gara nell’arco di due o tre settimane e poi andrebbe all’Urega per eventuali osservazioni. Nel giro di un mese o poco più avremmo potuto pubblicare la gara, invece serviranno almeno due mesi ma spero non oltre“.
Il Governo, nell’ambito del programma nazionale Italia Sicura, finanzierà i lavori per 30 milioni di euro. La somma verrà impiegata per  il risanamento e la risagomatura dell’alveo,  la messa in sicurezza di spondali e briglie, ispezioni e presidi a monte, opere stradali, lo spostamento di reti fognarie, lavori per il convogliamento e lo smaltimento delle acque bianche, la realizzazione di uno spazio verde attrezzato che faccia da filtro alle residenze esistenti nel breve tratto dove è prevista la copertura del torrente, la rimozione del materiale sopra alluvionale, della vegetazione e dei rifiuti presenti in alveo. I campioni di materiali rinvenuti saranno prelevati e analizzati per accertare che il livello di qualità ambientale sia idoneo per poi stilare un apposito Piano di utilizzo per l’eventuale rinascimento delle coste.
Questi finanziamenti fanno parte di una somma più alta che prevede anche 2 milioni destinati alla messa in sicurezza del torrente Annunziata, progetto ancora in fase preliminare: bisognerà aspettare la prossima settimana per l’assegnazione dell’incarico, da quel momento il vincitore dell’appalto avrà quattro mesi di tempo per presentare il progetto definitivo. Il Comune di Messina ha presentato una ventina di progetti nell’ambito di Italia Sicura, nel Piano Stralcio Città Metropolitane, per un importo complessivo di 100 milioni.