L’agenzia nazionale dei beni confiscati assegna un’autovettura al comune di Palmi (Rc)

Palmi vista dal Monte Sant'EliaIl Prefetto Umberto Postiglione, Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità Organizzata, con decreto del 13 aprile scorso ha destinato al Comune di Palmi un’autovettura confiscata. Lo rende noto il Nuovo Centro Destra – Area Popolare di Palmi. “Si tratta – ha dichiarato Giuseppe Saletta, Vicesindaco di Palmi – di una tappa ulteriore nel percorso intrapreso oramai da quattro anni nel campo del recupero e del riutilizzo dei beni confiscati. Il provvedimento, disposto dall’Agenzia Nazionale in accoglimento della richiesta da me inoltrata il 23 febbraio scorso, è la chiara dimostrazione dell’attenzione posta dall’Amministrazione su questo tema, che consente di trasformare un problema in opportunità”. Saletta, che è anche componente della Commissione per la concessione dei beni immobili confiscati della Provincia e siede al tavolo tecnico istituzionale insediato presso il Tribunale di Reggio Calabria, condivide tale percorso con il Consigliere delegato Antonio Papalia, che ha osservato come “nel tempo in cui la politica viene criticata per lo sperpero di denaro pubblico, l’ottenimento di un veicolo da utilizzarsi per fini pubblici dall’Agenzia Nazionale, consente di raggiungere un duplice scopo: porre a disposizione della Città un bene sottratto alla criminalità e lanciare un ulteriore segnale di presenza dello Stato”.