La Rsu della Provincia sostiene lo sciopero generale del 3 Maggio confederali per il rinnovo del contratto del Pubblico Impiego

mobilitazione dei lavoratoriLa RSU della Provincia riunitesi in via straordinaria c/o la sede della Provincia in via Sant’Anna condivide “le motivazione dello sciopero generale unitario  che vedrà – ancora una volta – scendere in piazza i dipendenti pubblici contro il governo centrale, sordo ad ogni richiesta di impegnare le risorse necessarie per l’avvio di una doverosa e seria contrattazione, al fine, di dare dignità e maggior peso agli stipendi dei lavoratori. Alla riunione convocata dal coordinatore Fanti Domenico erano presenti i componenti Brianti Loredana, Cortese Katia, Foti Felice, Romeo Antonio, Scoglio Francesco. Inoltre dei sindacati territoriali è intervenuto Adolfo Romeo della CISL FP, che ha apprezzato l’impostazione della RSU, nel farsi carico di informare, invitare e sollecitare tutti i colleghi dei settori – uffici centrali e decentrati a partecipare all’assemblea del 28 c.m. c/o il salone della sede centrale di Palazzo Corrado Alvaro – Piazza Italia. Tale riunione sarà utile per entrare nel merito dello sciopero generale del 3 Maggio e di discutere delle problematiche dei dipendenti, compresa la modifica della legge Fornero – da ritenersi  superata – per la necessità di prevedere maggiore flessibilità in uscita e dare corso al cosiddetto “cambio generazionale” tanto propagandato, ma sin ora non realizzato: condizione imprescindibile per avvicinare il lavoro alle nuove generazioni. Si è anche parlato del contratto locale in via di applicazione ed in attesa di una prossima convocazione da parte del Direttore Generale per sbloccare l’erogazione di tutti gli istituti contrattuali previsti”.