La Polizia Provinciale ha posto sotto sequestro una vasca piena di materiale fangoso in agro di Cetraro

Cetraro (1)Come sempre preziosa l’azione della Polizia Provinciale sul territorio ai fini della tutela ambientale, che questa volta ha posto sotto sequestro probatorio una vasca coperta in calcestruzzo ubicata all’interno del perimetro dell’impianto di trattamento delle acque reflue urbane del Comune di Cetraro, in località Sottocastello. Si tratta di un’operazione che giunge a seguito di una puntuale attività investigativa svolta dal personale del Comando, su delega d’indagine della Procura della Repubblica di Paola, al fine di verificare se la vasca stessa fosse ancora piena del materiale fangoso già accertato con precedente sopralluogo dell’agosto del 2015. L’accertamento ha dato esiti positivi, così come documentato dai rilievi fotografici effettuati dagli agenti nel corso della verifica, i quali hanno attestato la presenza di circa 50 metri cubi di materiale fangoso classificato come rifiuto speciale non pericoloso con elevate concentrazioni d’idrocarburi pesanti. La vasca, priva di collegamenti idraulici, faceva parte della vecchia linea di depurazione presumibilmente dismessa nei primi anni ’80, per cui il relativo procedimento aperto dal Procuratore della Repubblica dott. Bruno Giordano è a carico d’ignoti. Il Decreto di sequestro disposto dal Pubblico Ministero individua altresì quale custode giudiziario a titolo gratuito il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Cetraro.