La barcellonese Francesca Chillemi nella top ten delle mamme italiane in affitto

Le donne italiane hanno preso la loro posizione sulla questione dell’utero in affitto, scegliendo le loro “madri surrogate” preferite. Tra le prime dieci, anche l’ex Miss Italia Francesca Chillemi

Francesca ChillemiChiamate a rispondere ai quesiti di un sondaggio molto particolare, condotto con il metodo WOA (Wen Opinion Analysis), le donne italiane tra i 18 e i 50 anni hanno espresso la loro posizione riguardo un tema molto delicato e attuale: la possibilità di affittare l’utero per consentire la gravidanza a quelle donne che altrimenti non potrebbero avere bambini.
In Italia questa pratica è ancora vietata, ma esistono paesi come Canada, Stati Uniti, India, Russia e Ucraina in cui l’utero in affitto è una possibilità concreta. Lo sanno bene le italiane, che per il 33% si sono dichiarate a favore della pratica, ammessa però come ultima spiaggia, laddove non fossero possibili altre soluzioni. Il 23% del campione, invece, resta fedele alla tradizione, dichiarandosi contro la procedura. Il 15% del campione acconsentirebbe solo a certe condizioni, mentre la restante parte delle intervistate (28%) dice di non avere un’opinione in merito e preferisce non rispondere.
E nell’ipotesi di ritrovarsi a dover scegliere un grembo per il loro bambino, le preferenze espresse dalle donne sono andate a costituire una vera e propria classifica di candidate più apprezzate. A capitanare la classifica, le bellissime Belen Rodriguez, showgirl, e Paola Ferrari, giornalista, con rispettivamente il 21% e il 18% dei voti.
Nelle prime dieci posizioni, anche la siciliana Francesca Chillemi, Miss Italia 2003. La modella è riuscita a battere per un soffio l’attrice Serena Autieri con appena l’1% di voti di maggioranza.
Le altre donne classificate nella top ten sono: l’attrice Vittoria Belvedere (16%), la giornalista Ilaria D’Amico (9%), la showgirl Michelle Hunziker (8%), le presentatrici Caterina Balivo (7%) e Ilary Blasi (6%), infine la giornalista Silvia Toffanin (5%).