Imu, l’Uppi: “si riduce ulteriormente al 4,5 per mille nell’anno 2016″

IMUL’Uppi informa che “in prossimita’ della scadenza del 16/06/2016, l’imu sugli immobili locati ai sensi dell’art. 2, comma 3, legge 431/98, gia’ al 6 per mille nell’anno 2015, si riduce ulteriormente al 4,5 per mille nell’anno 2016 ai sensi dell’art. 1, commi 53-54, legge 208/2015, piu’ nota come legge di stabilita’ 2016. Per aver diritto all’agevolazione e’ obbligatorio l’utilizzo del modello di contratto che si puo’ scaricare dal sito web del comune oppure ritirare in comune o presso le associazioni. Per l’anno 2015, chi non avesse utilizzato detto modello, puo’ integrare la modalita’ di calcolo del canone con apposito modello in duplo, scaricabile dal sito del comune, da consegnare in bollo all’agenzia delle entrate e all’ufficio tributi, allegando copia del contratto, per usufruire sia dell’aliquota imu agevolata, sia dell’irpef al 10%, se con cedolare secca”.

INTEGRAZIONE CONTRATTUALE (1)